Veneto

Lite in casa: ragazzo legato e cosparso di benzina, 63enne ferito

.
Sulla vicenda stanno cercando di fare luce i carabinieri
Sulla vicenda stanno cercando di fare luce i carabinieri

Presenta ancora molti lati oscuri un episodio avvenuto ieri in una casa di Cornuda (Treviso),
riportato dalla stampa locale, e che riguarda un ragazzo di 20 anni residente nel Bellunese ed un uomo di 63, intestatario dell’abitazione.

 

In seguito a una richiesta di soccorso inviata dal giovane via sms ai familiari, e alla contestuale segnalazione di forti odori di benzina da parte dei vicini, nei locali sono giunti i carabinieri i quali hanno trovato l’uomo con profonde ferite al capo ed il giovane nudo, cosparso di benzina e con evidenti segni di una corda fino a poco prima stretta ai polsi. Il ventenne avrebbe riferito di essere stato immobilizzato dall’uomo, un amico di famiglia, e quindi bagnato del liquido infiammabile, mentre l’anziano, ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Treviso, non è ancora in grado di rendere la propria versione dei fatti.

 

Non sono chiare le ragioni per le quali il ragazzo si trovasse a Cornuda né la relazione fra i due. Secondo quanto si è appreso, il sessantenne avrebbe sofferto in passato di turbe psichiche e di recente si sarebbe rivolto ai servizi sociali comunali per ottenere un supporto economico.

# Sposta il focus sul parent