Il voto in Veneto

Lega da record
Zaia: «A Salvini
il governo»

.
Il governatore Zaia al voto
Il governatore Zaia al voto
Il governatore Zaia al voto
Il governatore Zaia al voto

VENEZIA. ore 11.20 «Oggi penso che il vincitore morale di queste elezioni sia Matteo Salvini». Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha commentato il risultato del voto. «Come dicevo io in tempo non sospetti - ha aggiunto -, la politica del futuro non è quella degli schieramenti ma delle leadership e Salvini ne esce consacrato. A lui passa il testimone del centrodestra: avrà la grande responsabilità della guida di questa coalizione e dall'altro di cercare il ruolo cardine nella formazione di una maggioranza di governo». 

 

ore 8.30 Il centro destra vince tutto in Veneto quando, secondo l’osservatorio del Consiglio Regionale con il 94% delle sezioni che hanno chiuso lo scrutinio, raggiunge il 48%.

Tra le figure di spicco ad essere elette all'uninominale c’è Renato Brunetta (Fi) (collegio di san Donà di Piave nel veneziano) ma a segnare un’autentico exploit è la Lega che segna il 33% delle preferenze con una crescita esponenziale rispetto all’11% delle precedenti politiche del 2013 risultato segnato da Forza Italia che ha visto invertiti i ruoli. Secondo il M5s che registra un 24,5% mentre è crollo per il Pd che mai, con il 16,5, è stato così in basso. Nel 2013 aveva fatto il 23%.

 

«È stata una tornata difficile, la prova del nove per noi del passaggio da movimento di area a nazionale»: così il segretario veneto della Lega commenta il responso delle urne che vede il Carroccio primo partito nella regione. Un risultato trainato dal referendum sull’autonomia e dalla firma qualche giorno fa del primo patto su questo tema tra il governo, Il Veneto, la Lombardia e l’Emilia Romagna. «Sicuramente in Veneto ha influito e ha sdoganato alcuni settori della società che guardavano alla Lega con distacco - sottolinea - e votavano Forza Italia». Le elezioni hanno permesso alla Lega di sorpassare in Veneto Forza Italia. «In effetti - ammette Da Re - c’è stato un forte travaso da FI a Lega nel "contenitore" del centrodestra». L’indicazione che arriva dal Veneto, per Da Re, è che «la gente vuole un governo di riforme, di grandi cambiamenti».

Suggerimenti