Nel Veneziano

La moglie muore per un male incurabile: i colleghi gli regalano 270 ore di ferie per accudire i figli

Andrea Leoni, autista San Donà di Piave, aveva esaurito tutti i giorni liberi disponibili per assistere la compagna Chiara Batacchi. Tra i colleghi di lavoro di Veritas è così scattata la "colletta"
Chiara Batacchi, scomparsa a 47 anni per un male incurabile
Chiara Batacchi, scomparsa a 47 anni per un male incurabile
Chiara Batacchi, scomparsa a 47 anni per un male incurabile
Chiara Batacchi, scomparsa a 47 anni per un male incurabile

Un "regalo" inaspettato, 270 ore di ferie donate dai colleghi per accudire i figli, dopo la morte della moglie per una malattia incurabile. A cederle i compagni di lavoro di Andrea Leoni, autista di San Donà di Piave (Venezia), al lavoro per Veritas. 

La scorsa settimana, come riportano i giornali locali, è avvenuta la morte della moglie, Chiara Batacchi, 47 anni, a causa di un tumore che ha lasciato privi della mamma i figli di 13 e 11 anni. Per assistere la moglie malata e accudire ai figli Leoni aveva esaurito tutte le ferie disponibili. I colleghi hanno così avviato una catena di solidarietà, in base ad una procedura già avviata da Veritas.

«So che alle 17 era stato aperto un canale Telegram - racconta l’uomo - e la mattina del giorno dopo, alle 9, era già stato raggiunto in monte-ore necessario». Vi sarebbero state altre persone pronte a donare le proprie ferie per far fronte alle esigente della famiglia. Le 270 ore regalate «corrispondono a circa 30 giorni - spiega - in cui verrò comunque retribuito, altrimenti se mi mettevo in aspettativa avrei perso tutto. In questi giorni posso stare con i miei figli».