Veneto

Il padre muore annegato, grave il figlio di 16 anni che ha tentato di salvarlo

Tragedia a Eracle (Foto La Nuova Venezia)
Tragedia a Eracle (Foto La Nuova Venezia)
Tragedia a Eracle (Foto La Nuova Venezia)
Tragedia a Eracle (Foto La Nuova Venezia)

Ha cercato disperatamente di salvare il padre, che è morto annegato, ingoiato dalle onde, e ora si trova in terapia intensiva a Mestre in condizioni critiche. Si tratta di un ragazzo di 16 anni, irlandese, che quando ha notato che il genitore non riusciva più a tornare a riva si è lanciato in acqua fino a che lo ha trascinato a riva, tra mille difficoltà.

Per l’uomo, tuttavia, non c’è stato più nulla da fare: la vittima è un 51enne, in vacanza assieme alla moglie e al figlio in un agriturismo di Eraclea, poco distante dal luogo della tragedia, al confine con il comune di Caorle.
Il giovane è stato soccorso dall’equipe medica dell’elicottero e trasportato d’urgenza all’ospedale di Mestre: la prognosi è riservata. Indagini e rilievi a cura della Guardia costiera di Caorle.

La chiamata di soccorso è arrivata alla centrale operativa poco dopo le 12: in quel momento il mare era agitato ed era sconsigliata la balneazione. Non è escluso che l’annegamento dell’uomo possa essere stato innescato da un malore o da una congestione.

Suggerimenti