Meteo

Dopo nevicate e piogge, in Veneto calano le temperature. In montagna pericolo valanghe

Località La Piatta di Crespadoro (Foto Fb Rifugio Bertagnoli)
Località La Piatta di Crespadoro (Foto Fb Rifugio Bertagnoli)
Località La Piatta di Crespadoro (Foto Fb Rifugio Bertagnoli)
Località La Piatta di Crespadoro (Foto Fb Rifugio Bertagnoli)

Calano le temperature in Veneto, con le massime che toccano tetti intorno ai 15 gradi, mentre proseguono le precipitazioni diffuse, in diminuzione per domani (domenica 3 aprile), creando un mix che porta all’aumento del rischio valanghe da grado due a tre, arancione, al limite del rosso.
Secondo l’Agenzia regionale per l’ambiente del Veneto (Arpav) l’indice di piovosità da un 75-100% di probabilità cala, su domani, al 50-75%. In montagna l’Arpav ha registrato, nella notte, una serie di modeste precipitazione nevose che hanno innalzato il manto con un’oscillazione che va dalla punta di 28 centimetri ai 2.324 metri di Monte Piana sopra Misurina ai 5 in Comelico, mentre a Cortina d’Ampezzo restano stabili gli 11 centimetri raggiunti nei giorni scorsi.

 

Leggi anche
Risveglio incantato sotto la neve