Veneto

Allerta il 112 perché la fidanzata è sparita: stava passando la serata con un pusher

.
Il materiale sequestrato dai carabinieri
Il materiale sequestrato dai carabinieri

Ha chiamato i carabinieri preoccupato perché la sua nuova ragazza non rispondeva al telefono, ma lei era tranquilla a casa di uno spacciatore, che è stato arrestato.

 

È accaduto nella tarda serata di domenica a Verona: il giovane, come riporta l'Arena.it, temeva per l'incolumità della  fidanzata, che si trovava «con amici» e non rispondeva al cellulare. E così ha allertato le forze dell'ordine. 

 

Individuato dove si potesse trovare, ovvero in un appartamento di via Manzoni, i militari hanno bussato alla porta trovandosi davanti la ragazza, in ottime condizioni di salute ma preoccupata per il controllo. All'interno, un giovane stava cercando di fuggire dalla finestra: i carabinieri l'hanno bloccato e gli hanno scoperto in casa 10 dosi di cocaina, 30 grammi di eroina, bilancini, coltelli e materiale per il confezionamento oltre ad altra refurtiva fra cui 4 biciclette di cui 2 elettriche, utensili e un pc.

 

Lo spacciatore, un 35enne tunisino, è stato arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio ed è in carcere. La ragazza e un terzo suo amico sono stati segnalati alla  Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti.

# Sposta il focus sul parent