Zelenska, abbiamo sfide peggiori dei blackout, resisteremo

"Mi manca Volodymyr, è molto raro vedersi"
(ANSA) - ROMA, 25 NOV - "Abbiamo avuto così tante terribili sfide, visto così tante vittime, così tanta distruzione, che i blackout non sono la cosa peggiore che ci possa capitare". In un'intervista di quasi un'ora, registrata per la stagione annuale delle 100 donne della BBC, Olena Zelensky affronta l'ultima emergenza che l'Ucraina si trova a combattere: il freddo e il buio. La moglie del presidente ucraino cita un recente sondaggio in cui il 90% degli ucraini ha affermato di essere pronto a vivere con la carenza di elettricità per due o tre anni se vedesse la prospettiva di aderire all'Unione europea. "Sai, è facile correre una maratona quando sai quanti chilometri ci sono", dice. Ma in questo caso, però, gli ucraini non conoscono la distanza che devono percorrere: "A volte può essere molto difficile, ma ci sono alcune nuove emozioni che ci aiutano a resistere". Nell'intervista Zelenska dà anche un racconto personale e ammette che le manca il marito e la quotidianità. Non fornisce una data precisa dell'ultima volta che ha cenato insieme al presidente e ai loro figli, Oleksandra di 18 anni e Kyrylo di nove anni. "È molto raro al giorno d'oggi. Molto raro - racconta - Vivo separatamente con i miei figli e mio marito vive al lavoro", spiega. "Soprattutto, ci mancano le cose semplici: stare seduti, senza guardare l'ora, tutto il tempo che vogliamo". (ANSA).
FEL