Mondo

Scrive il romanzo "Come uccidere tuo marito": il coniuge viene ucciso, giallista a processo

Nancy Crampton Brophy  (Foto Oregonlive)
Nancy Crampton Brophy (Foto Oregonlive)
Nancy Crampton Brophy  (Foto Oregonlive)
Nancy Crampton Brophy (Foto Oregonlive)

La scrittrice statunitense 71enne Nancy Crampton Brophy, autrice del romanzo "Come uccidere tuo marito" e sotto processo con l’accusa di avere assassinato davvero il suo coniuge, ha sostenuto questa settimana di essere troppo vecchia per ricordare di essere stata vicino alla scena
del delitto proprio quando suo marito veniva ucciso. Anche se,
riportano i media internazionali, l’accusa ha presentato in aula
una fotografia che la ritraeva alla guida di un’auto nella zona
dell’omicidio in coincidenza con la morte di Daniel Brophy nel 2018. Crampton Brophy, che all’epoca aveva 68 anni, si è detta d’accordo che la donna nella foto le assomiglia molto, ma ha
insistito di non ricordare di essere mai stata in quel luogo.
«Sto iniziando a perdere la vista, guardo a questo e penso
"Oddio, sto iniziando a perdere la testa. Come può essere
successo e non me lo ricordo... Anche ora, nella mia mente c’è
un vuoto per l’orrore di tutto questo"», ha detto la donna,
secondo la quale suo marito è stato ucciso da un aggressore
misterioso. Nonostante la presunta amnesia, Crampton Brophy
ricorda però di aver visto un uomo misterioso su un furgone
nella zona quello stesso giorno. Eppure, nessun altro sospetto è mai stato menzionato o ricercato dalla polizia e la donna è l’unica persona arrestata finora per l’omicidio. Intanto, la polizia non ha ancora trovato l’arma del delitto e la scrittrice continua a negare il possibile movente: una polizza vita che ha pagato un maxi risarcimento da 1,4 milioni di dollari dopo la morte dell’uomo.