Mondo

La Camera Usa approva l'impeachment contro Donald Trump per l'assalto al Congresso

Primo presidente Usa messo due volte in stato d'accusa
Donald Trump, nessuna dichiarazione sull'impeachment
Donald Trump, nessuna dichiarazione sull'impeachment

Donald Trump diventa il primo presidente della storia a finire in stato d'accusa due volte, dopo quella per l'Ucrainagate. Con una procedura lampo di un solo giorno, la Camera Usa ha approvato la mozione di impeachment contro Trump per "incitamento all'insurrezione": ovvero, per aver incoraggiato i suoi fan ad assaltare il Congresso e impedire la certificazione della vittoria di Joe Biden. 

La Camera dei deputati ha approvato l’impeachment a carico di Trump, con 232 «sì» e 197 «no». Si sono espressi a favore i democratici in blocco più dieci repubblicani. E altri quattro deputati conservatori hanno preferito non partecipare. Ma il Senato, per il processo, non si riunisce fino al 19 gennaio.

La tensione resta altissima dopo l'allarme lanciato dall'Fbi su possibili proteste di milizie armate tra il 16 e il 20 gennaio contro Capitol Hill e i campidogli degli altri 50 Stati Usa. La cerimonia di giuramento di Joe Biden, come consuetudine, avverrà il 20 gennaio.

Nessuna parola di Trump sull'impeachment nel video di cinque minuti in cui condanna la violenza ed esorta gli americani a superare gli impeti del momento.