Italia

A Napoli per evitare gli scippi di Rolex si pensa all’"orologio di cortesia" per i turisti

L'"orologio di cortesia" e l'attore francese Daniel Auteuil
L'"orologio di cortesia" e l'attore francese Daniel Auteuil
L'"orologio di cortesia" e l'attore francese Daniel Auteuil
L'"orologio di cortesia" e l'attore francese Daniel Auteuil

L'idea è nata dopo il recente scippo all'attore Daniel Auteuil al quale è stato portato via un Patek Philippe da 39mila euro. E la proposta arriva delle agenzie di viaggi: si tratterebbe di orologi di plastica simbolici distribuiti in hotel ai clienti, che possono lasciare il proprio costoso orologio di lusso custodito nella cassaforte dell’albergo. Una simile proposta che era già stata messa in pratica a Napoli negli anni Duemila, in collaborazione con Confindustria Napoli – presidente della sezione Turismo d’allora Cesare Falchero - ma poi fu abbandonata.

L’associazione Advunite/Aidit Campania, presieduta da Cesare Foa, ha quindi pensato di rilanciare il vecchio progetto: «Abbiamo inviato una nota all’assessore regionale al Turismo e abbiamo parlato con l’assessore comunale sulla possibilità di riprendere l’iniziativa promossa da Confindustria Napoli per lasciare in albergo l’orologio importante e in cambio veniva dato un orologio “simbolico” con i monumenti campani. A questo punto invece di avere un aspetto negativo si avrà anche un aspetto promozionale. Speriamo che la nostra proposta venga accolta».
I nuovi orologi di cortesia omaggio potrebbero essere anche più belli di quelli del passato, che portavano solo un logo della regione Campania. L’idea sarebbe quella di personalizzarli con i monumenti storici o alcuni luoghi simbolo – il Maschio Angioino, Castel dell’Ovo, Pompei, Sorrento.

A Daniel Auteuil sono arrivate le scuse del Comune di Napoli. Il noto attore francese di origini algerine, era in scena al teatro Mercadante con Déjeuner en l'air per il Campania Teatro Festival. Pare che l'artista abbia anche minimizzato la vicenda sottolineando che episodi del genere possano capitare ovunque nel mondo, soprattutto nelle grandi città.