<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
A Portogruaro

Tragedia nella notte: auto vola nel canale, morti due ragazzi e una ragazza

È successo a Portogruaro. Le vittime, tra i 20 e i 22 anni, sono Egli Gjezi, Giulia Di Tillio e Altin Hoti
Le tre giovani vittime dell'incidente avvenuto a Portogruaro (da sinistra): Altin Hoti, Giulia Di Tillio, Gjeci Egli (Foto Facebook)
Le tre giovani vittime dell'incidente avvenuto a Portogruaro (da sinistra): Altin Hoti, Giulia Di Tillio, Gjeci Egli (Foto Facebook)
Incidente a Portogruaro: morti tre giovani

Tragico schianto mortale nella notte di venerdì 8 dicembre a Portogruaro (Venezia). Un'auto è finita fuori strada terminando la propria corsa in un canale: per i tre giovani a bordo non c'è stato nulla da fare. L'incidente è avvenuto intorno alle 3.40. Le vittime sono due ragazzi e una ragazza poco più che ventenni.

Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, l'auto - una Bmw Serie 5 nera - proveniva da viale Venezia, in zona Borgo Sant’Agnese, quando nell'affrontare una curva è andata dritta, sfondando il guardrail e precipitando nel fiume Reghena.

I vigili del fuoco, accorsi dal locale distaccamento, hanno subito chiesto il supporto dei sommozzatori di Vicenza. I pompieri hanno effettuato un sopralluogo subacqueo e agganciato l’auto, che è stata tirata su con l’autogrù con all’interno i corpi privi di vita dei tre giovani come constatato dal personale medico del Suem.

Si era diffusa anche l'informazione di una quarta persona coinvolta nell'incidente, ma le ricerche da parte dei sommozzatori non hanno dato esito.

Chi sono le vittime

Le vittime sono Egli Gjezi, 20 anni, Giulia Di Tillio, 21 anni e il suo fidanzato Altin Hoti, 22 anni, tutti residenti in zona. Una tragedia che si somma ad un'altra, recentissima, per la famiglia di Altin Hoti: il fratello era infatti morto lo scorso maggio sempre in un incidente stradale.

 

Incidente mortale, il recupero dell'auto

 

Il cordoglio di Zaia

«Il Veneto piange altre giovani vittime della strada. Una tragedia senza fine, ultima di molte altre, che lascia il cuore infranto e richiama le coscienze ad un esame profondo su cosa si possa fare per evitarle». Così il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, esprime dolore per il gravissimo incidete stradale che, nel portogruarese, in provincia di Venezia, ha provocato la morte di tre giovani ventenni, finiti con la loro auto in un corso d'acqua. «In questo momento - aggiunge Zaia - voglio stringermi alle famiglie delle vittime e ai tutti coloro che le hanno conosciute e apprezzate, rivolgendo loro il mio più profondo cordoglio. Dobbiamo continuare con tutte le istituzioni a ricercare forme di prevenzione più efficaci, perché, se così facendo riusciremo a evitare anche solo un'altra di queste tragedie, sarà comunque stato raggiunto un risultato per guardare con maggiore sicurezza sulle nostre strade».

 

Suggerimenti