<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Veneto

La perizia psichiatrica inchioda inchioda l'autrice della strage in Cadore. «È capace di intendere e volere»

La 32enne Angelika Hutter il 6 luglio scorso aveva travolto una famiglia che passeggiava sul marciapiede uccidendo tre persone, tra cui un bambino di due anni.
Angelika Hutter, 32 anni, era alla guida dell'auto che ha travolto la famigliola
Angelika Hutter, 32 anni, era alla guida dell'auto che ha travolto la famigliola
Angelika Hutter, 32 anni, era alla guida dell'auto che ha travolto la famigliola
Angelika Hutter, 32 anni, era alla guida dell'auto che ha travolto la famigliola

Angelika Hutter sa scegliere, altrimenti non sarebbe rimasta in silenzio, nella sua cella del carcere veneziano della Giudecca, dal giorno della strage di Santo Stefano di Cadore, quando la 32enne tedesca investì e uccise con la sua auto il 6 luglio Mattia Antonello di 2 anni, il papà Marco di 47 che lo spingeva nel passeggino e la nonna materna, Maria Grazia Zuin.

Leggi anche
Travolge famiglia in vacanza: morti bimbo di 2 anni, papà e nonna. Automobilista arrestata e cellulare sequestrato

Secondo la psichiatra Anna Pallaschi, che ha firmato la perizia per il pm Simone Marcon e si è occupata anche del caso di Benno Neumair, sarebbe anche capace di intendere e di volere. Lo riportano i quotidiani del gruppo Nem, sottolineando che la specialista padovana ha incontrato più volte Angelika parlandole in tedesco e le sue conclusioni sarebbe in larga parte analoghe a quelle alle quali era arrivato il collega bellunese Tullio Franceschini nell'immediatezza dell'investimento. Hutter, in sostanza, non soffrirebbe di una patologia psichiatrica o di un disturbo della personalità che le impedisca di essere capace di intendere e volere.

La perizia, come riporta il Gazzettino, è giunta a pochi giorni dalla scadenza dei sei mesi di carcerazione preventiva per l'investitrice.

La famiglia Antonello era in vacanza qualche giorno in Comelico e al momento dell'investimento stava passeggiando sul marciapiede quando venne falciata dall'auto condotta dalla donna tedesca.

Leggi anche
Famiglia travolta in Cadore: l'addio alle tre vittime. Mamma Elena sorretta dai familiari

Suggerimenti