<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Elicottero per l'eliski si schianta sulle Alpi svizzere, tre i morti

Sul velivolo c'erano il pilota, la guida e quattro sciatori. Ieri una valanga aveva causato tre vittime vicino a Zermatt

Bilancio tragico sulle montagne della Svizzera per gli appassionati della montagna.

È di tre morti e di tre feriti il bilancio dell'incidente sulle Alpi svizzere occorso stamane a un elicottero adibito al servizio di eliski, la pratica dello sci fuoripista servendosi di un velivolo come mezzo di risalita. A bordo c'erano il pilota, una guida alpina e quattro clienti. Lo comunica la polizia del Canton Vallese. 
L'elicottero si è schiantato stamane verso le 9.25 sul Petit Combin, dove sarebbe dovuto atterrare per far scendere guida e clienti. Arrivato nella parte alta della montagna che culmina a 3.668 metri di quota, il velivolo «è scivolato lungo la parete Nord» per «una ragione che l'inchiesta dovrà determinare».

Le tre vittime sono già state trovate senza vita dalle squadre di ricerca

Due feriti sono stati soccorsi in poco tempo e portati in elicottero all'ospedale di Sion, IN Svizzera. Riguardo al terzo sopravvissuto, le squadre di salvataggio sono riuscite a prenderlo in carico successivamente. 
Sono stati sette gli elicotteri - di Air Glaciers, Air Zermatt e Rega - impegnati nelle operazioni di recupero e soccorso. Il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (Sisi) ha avviato un'indagine di natura tecnica per determinare le cause dell'incidente. L'inchiesta penale invece spetta al pubblico ministero della Confederazione competente in materia di incidenti di aviazione.

Bilancio tragico anche per una valanga

C’è anche uno sciatore americano di 15 anni tra le tre vittime della grande valanga caduta ieri in una zona fuoripista della stazione sciistica di Riffelberg, vicino a Zermatt, ai piedi del versante svizzero del Cervino. Gli altri due morti sono un uomo e una donna per i quali sono in corso le procedure di identificazione. 

Lo fa sapere in una nota la polizia cantonale del Vallese, specificando che riguardo alla donna al momento non ci sono elementi utili per l'identificazione. Una quarta persona travolta dalla massa nevosa - uno svizzero di 20 anni - è rimasta gravemente ferita ed è stata portata in ospedale con l'elicottero. Il distacco è avvenuto ieri poco dopo le ore 14 e le ricerche, scattate subito, sono poi state sospese nella serata.

Suggerimenti