<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Fabrizio Corona condannato per aver diffamato Nara, Icardi e Brozovic

Per un articolo del 2019. Ex agente fotografico dovrà risarcirli

Fabrizio Corona è stato condannato dal Tribunale di Milano per diffamazione aggravata ai danni di Wanda Nara, del marito Mauro Icardi, ex bomber nerazzurro e ora al Galatasaray, e del centrocampista Marcelo Brozovic, anche lui ex Inter e ora all'Al Nassr.

Al centro del processo, che si è chiuso in primo grado e che ormai andava avanti da anni, c'era un articolo del febbraio del 2019 sul sito "King Corona Magazine", all'epoca dell'ex agente fotografico, intitolato "Mauro Icardi divorzia da sua moglie - Wanda Nara ha tradito il suo compagno con Marcelo Brozovic". La giudice della quarta penale Angela Scalise ha condannato l'ex re dei paparazzi ad una multa di 1500 euro e a risarcire Icardi e Nara, anche procuratrice dell'attaccante ed ex showgirl argentina, con 7500 euro ciascuno e Brozovic, assistito dall'avvocato Danilo Buongiorno, con 5mila euro. Si tratta di provvisionali di risarcimento "immediatamente esecutive" e poi la quantificazione complessiva dei danni "non patrimoniali" dovrà passare per una causa civile. Corona è stato anche condannato alla "riparazione del danno" a Nara e Icardi da definirsi in "separato giudizio". 

Wanda Nara, nell'aprile del 2022, aveva anche testimoniato in aula come parte civile nel processo, scaturito dalle denunce di lei, del marito e di Brozovic. Quel falso scoop di Corona, aveva raccontato, sarebbe stato alla base della rottura tra Icardi e l'Inter che si consumò alla fine della stagione 2018-2019. «Siamo soddisfatti della sentenza di condanna, è stato condannato anche ad un risarcimento del danno come provvisionale e ci riserviamo, poi, di agire con l'azione di risarcimento in sede civile», ha spiegato l'avvocato Danilo Buongiorno, che assiste Brozovic.

Corona, legale Brozovic: "Diffamo' mio cliente, soddisfatti per condanna"

 

«Parliamo di 1500 euro di multa, di una sentenza di condanna, ma ad una pena solo pecuniaria - ha detto, invece, l'avvocato Ivano Chiesa, che difende Corona - . Non sono soddisfatto, ma solo una pena pecuniaria è comunque una cosa buona, anche se faremo appello». 

Corona, l'avvocato Chiesa: "Speravo in assoluzione, faremo appello"

YZF-GRG

Suggerimenti