Il "falso d'autore" targato Diesel