Nel tempo sospeso e misterioso con recitativi e coro

.
11 n.67-69 Passione

Quello di oggi sarà l'ultimo contributo dalla Matthäus Passion BWV 244 caricato sul sito del Giornale di Vicenza  per l'iniziativa Una Pasqua con Bach realizzata grazie alla collaborazione di Margherita Dalla Vecchia. Per la domenica di Resurrezione e per il lunedì dell'Angelo si ritornerà alle cantate che ospitano brani più adatti all'esultanza di tali festività. Il grande oratorio bachiano infatti segue la narrazione della Passione di Matteo (capitoli 26 e 27) fino alla deposizione di Gesù nel sepolcro. Quelli che ascolteremo saranno il recitativo per basso, tenore, contralto, soprano e coro n. 67 Nun ist der Herr zur Ruh gebracht (Ecco il Signore lasciato nel riposo) e il coro finale n. 68 Wir setzen uns mit Tränen nieder (Piangendo ci prostriamo davanti al tuo sepolcro). I recitativi tratti dal testo evangelico terminano al n. 66 con il sepolcro che viene sigillato da una pietra e piantonato da una guardia. Gli ultimi due numeri della Matthäus Passion in qualche modo prolungano la narrazione degli eventi fino alla vigilia della Resurrezione, in quel tempo sospeso e misterioso in cui Gesù pare dormire. Sulla similitudine con il sonno e sull'augurio di un buon riposo insistono tanto il recitativo quanto il coro, entrambi su testo di Picander. Così, nel primo dei due brani, il coro si alterna agli interventi dei solisti con la frase "Mio Gesù, buona notte!". Nel finale le voci intonano "riposa, riposa dolcemente! Riposa le membra affrante! La vostra tomba e la vostra lapide dovrà essere un morbido cuscino per la coscienza tormentata". Ancora una volta il video proviene dall'allestimento della Matthäus Passion che Margherita Dalla Vecchia, alla guida di cori e orchestre barocche Il Teatro Armonico, ha realizzato nel settembre del 2017 al teatro Olimpico per il Ciclo di Spettacoli Classici. I solisti sono Guglielmo Buonsanti (basso), Klemens Molkner (tenore), Alberto Miguelez Ruoco (contralto) e Karin Selva (soprano).

Altri video