Insieme per la vita

V.V.B., come si dona: il numero del bene

.
Insieme per la vita, 8 dicembre

C’è un numero che va annotato, perché serve a fare del bene concretamente. L’abbiamo ripetuto più volte in queste pagine, lo ricordiamo ancora: si tratta del conto corrente IT93T0866960750K01017741905, attivo alla Banca Alto Vicentino e intestato “Insieme per la Vita”. È possibile fin d’ora donare liberamente, tramite bonifico bancario: perché farlo? Perché in questo modo si può aiutare cinque realtà che operano nel volontariato e nella solidarietà, attivando progetti che servono a migliorare la vita delle persone in difficoltà, si tratti di problemi economici, di salute, di inclusione sociale. È il momento della solidarietà, il momento di partecipare all’iniziativa “Insieme per la vita”, promossa dal Giornale di Vicenza e da Tva-Videomedia, che rientra nel progetto V.V.B. lanciato dal gruppo editoriale Athesis che coinvolge, oltre a Vicenza, anche le province di Verona e Brescia, dove Athesis è presente con i suoi quotidiani. Durante la “Diretta del cuore” di domenica 8 dicembre su Tva si potrà fare un’offerta per la maglia di un campione sportivo. E alle associazioni sarà devoluto il 20 per cento dell’impegno degli sponsor che sostengono l’iniziativa. 

 

LE ASSOCIAZIONI

 

Fattoria sociale Il Pomodorol’agricoltura sensibile è di casa a Bolzano Vicentino, dove dal 2009 vengono formate e inserite nel lavoro persone disabili, con difficoltà o svantaggiate. Le attività in fattoria sociale vanno dalla coltivazione di ortaggi alla ristorazione.

 

La Fondazione Only the Brave: a partire dal 2008, l’organizzazione no-profit creata dal patron di Diesel Renzo Rosso è riuscita a sostenere 250 progetti che hanno soprattutto l’obiettivo di lottare contro le disuguaglianze sociali per eliminarle.

 

La Fondazione San Bortolo: la Fondazione San Bortolo dal 2008 raccoglie fondi, mediante varie iniziative, che destina all’acquisto di macchinari e attrezzature, nonché all’ammodernamento di reparti e ambulatori a favore di pazienti e medici dell’ospedale. 

 

Il Cuamm Medici con l'Africa: il continente africano, quello che per molti è il “terzo mondo”, per questa realtà è una priorità attraverso la formazione di personale sanitario ma anche con l’assistenza a madri e neonati, tutti fondamenti che ispirano l’ente dal 1950.

 

La Lega italiana lotta contro i tumori: la prevenzione alla base di un'attività intensa. Da vent'anni la Lega italiana per la lotta contro i tumori è al lavoro con risultati straordinari, come la prevenzione oncologica per 200 mila pazienti grazie a pap test, mammografie e diagnosi precoce.