INTERNAZIONALIZZAZIONE

Vicenza è la provincia veneta con il maggiore export di high tech

By Athesis Studio

Sia l’Italia sia la provincia di Vicenza si confermano legate a un export di tipo tradizionale. Tuttavia la quota vicentina di export nel campo dei prodotti innovativi sovraperforma leggermente il Veneto, e Vicenza appare come la provincia veneta con il maggiore export di high tech in valore. Sul totale delle importazioni italiane del 2021, più di metà è rappresentata dai Prodotti tradizionali e standard (50,5% per quasi 236 miliardi) mentre i Prodotti specializzati e high-tech contano per il 35,5% ovvero circa 165 miliardi. La restante parte è data dai prodotti legati ad Agricoltura e materie prime. Per quanto concerne invece le esportazioni, il ramo tradizionale pesa per 279 miliardi ovvero il il 55,5%, mentre i Prodotti specializzati e high-tech contano per 218 miliardi pari al 43,1%. Rispetto all’Italia, il Veneto importa una quota maggiore di prodotti tradizionali (58,3% ovvero 30 miliardi) e minore di prodotti high tech (31,7% pari a 16 miliardi). Il risultato si ripete per quanto concerne le esportazioni, con il 63,4% di prodotti tradizionali per un valore di 44 miliardi e il 35,1% di prodotti high tech che valgono 24 miliardi. La provincia di Vicenza segue il risultato regionale sia nelle importazioni sia nelle esportazioni. Il peso dell’importazione di prodotti tradizionali conta per il 66,8% e quello relativo alle importazioni high tech per il 25,4%. Per quanto riguarda le esportazioni, con i suoi 7 miliardi Vicenza è la provincia veneta che esporta la maggior parte di prodotti high tech in valore, pari al 29,5% delle esportazioni high tech del Veneto, e al 3,3% di quelle nazionali. I prodotti principali sono le Altre macchine per impieghi speciali e le Altre macchine di impiego generale, entrambe con un valore pari a 1 miliardo, seguite dalle Macchine di impiego generale per 900 milioni. Sul totale delle esportazioni beriche tuttavia i prodotti tradizionali costituiscono ancora il core business. La quota vicentina di export nel campo dei prodotti innovativi sottoperforma l’Italia ma sovraperforma il Veneto. Le esportazioni high tech beriche sul totale delle esportazioni contano per il 35,7%. La parte del leone spetta ai prodotti tradizionali che valgono quasi 13 miliardi e pesano per il 64,1%, un dato superiore a quello italiano e veneto. La provincia che esporta la quota maggiore di high tech sul totale dell’export è Padova, il cui valore assoluto è però nettamente inferiore a quello vicentino (47,1% ma per circa 5 miliardi).