17.11.2019

Cappellato: «Anzianità non è un tempo
di attesa, ma un nuovo periodo creativo»

Gabriele Cappellato, professore emerito di progettazione architettonica, accademia di architettura università della Svizzera italiana è uno dei relatori  della sessione «Vivere più sani e più a lungo: sfide e promesse per il prossimo decennio» 

 L'INTERVISTA

«L'anzianità non è da considerarsi un tempo di attesa, ma iniziare un nuovo periodo di creatività in grado di incidere sulla società. Purtroppo l'attuale tendenza di pensiero è considerare l'anziano una persona malata o disabile. Da qui l'architettura cittadina deve essere modificata»

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

In Italia si discute sulla proposta di estendere il diritto di voto fino ai sedicenni. Cosa ne pensate?
ok