Diverse le opzioni

Mossa strategica: puntare sugli infissi

Dal punto di vista termico, gli infissi sono spesso un punto debole della casa. Proprio per questo motivo, godono degli incentivi dell'Agenzia delle Entrate previsti per tutto il 2021. Possono essere portati in detrazione attraverso: l'Ecobonus al 50%; Bonus casa 50%; Superbonus 110%; Sconto in fattura e cessione del credito. Ecobonus infissi al 50%: l'aliquota da poter portare in detrazione è pari al 50% delle spese totali sostenute per un limite massimo di detrazione ammissibile: 60.000 euro per unità immobiliare. Alla detrazione massima di 60.000 €, corrisponde una spesa massima detraibile di 120.000 €. La metà della somma spesa verrà restituita in 10 anni, in quote uguali, detraendola dalle tasse.Possono accedere tutti i contribuenti che sostengono le spese di riqualificazione energetica e che possiedono un diritto reale sulle unità immobiliari costituenti l’edificio. Tra le spese che possono essere portate in detrazione segnaliamo: Fornitura e posa in opera di una nuova finestra comprensiva di infisso o di una porta d’ingresso; integrazioni e sostituzioni dei componenti vetrati. Fornitura e posa in opera di scuri, persiane, avvolgibili, cassonetti e relativi elementi accessori, purché tale sostituzione avvenga simultaneamente a quella degli infissi (o del solo vetro). In questo caso, nella valutazione della trasmittanza termica, si può considerare anche l’apporto termico degli elementi oscuranti, assicurandosi che il valore di trasmittanza termica complessivo non superi il valore limite di cui ai requisiti tecnici. E ancora oibentazione o sostituzione dei cassonetti nel rispetto dei valori limite delle trasmittanze previsti per le finestre comprensive di infissi. Attenzione: sono escluse dall'agevolazione le zanzariere; Sono incluse infine le prestazioni professionali (produzione della documentazione tecnica necessaria, compreso dove richiesto, l’Attestato di Prestazione Energetica - A.P.E. , la direzione dei lavori, invio pratica Enea etc.).