Uguale importanza.

Impianto idraulico e elettrico sotto i riflettori

Danno vita alla casa

L'impianto elettrico rappresenta il sistema nervoso di una casa, così come l'impianto idraulico può essere paragonato al sistema circolatorio. L'impianto elettrico deve essere sempre realizzato a norma al fine di garantire un elevato grado di sicurezza e la massima efficienza possibile dal punto di vista dell’energia, tenendo a mente un tema cruciale come il contenimento dei costi. L'impianto elettrico deve essere studiato in base alle esigenze del committente: le variabili da prendere in considerazione sono, come vedremo, numerose. Si va dal numero delle prese alla loro collocazione, dalla disposizione del cablaggio elettrico per le luci alle soluzioni più o meno sofisticate da adottare in materia di domotica. Per quanto concerne l'impianto idraulico, il lavoro deve essere realizzato a regola d'arte al fine di evitare gravi disagi a chi andrà ad abitare nella casa in via di costruzione o ristrutturazione. Un problema o una perdita possono sempre verificarsi, ma un impianto nuovo posato da mani esperte riduce di molto il rischio. L'impianto idraulico può essere realizzato utilizzando tubature in multistrato o in polipropilene. La scelta va effettuata in base alle caratteristiche dei bagni presenti nel progetto, alle esigenze dei punti acqua da allacciare e al budget a disposizione. Il multistrato è un prodotto moderno, economico e facile da lavorare, mentre il polipropilene è più resistente e sicuro, seppur caratterizzato da un costo d’acquisto più elevato. Nella realizzazione di un buon impianto idraulico, i principali “nemici da battere” sono fretta e improvvisazione: meglio attendere una settimana in più per poi disporre per anni di un impianto funzionale e curato nei dettagli.