Un mondo di servizi high tech

Pulizie industriali: ecologia e risparmio idrico in primo piano

Dalle normali pulizie in azienda alla bonifica dopo incidenti

Il mondo delle pulizie industriali è molto più vasto e complesso di quanto si possa immaginare. Con "pulizie industriali" ci si riferisce alla sanificazione ed igienizzazione di determinati ambienti di lavoro come capannoni, magazzini, uffici e stabilimenti produttivi di varie tipologie.

L'emergenza legata alla pandemia da covid-19 ha acceso i riflettori mediatici sull'importanza della pulizia dei luoghi di lavoro. La sensibilità di imprenditori e dirigenti sull'argomento è aumentata esponenzialmente.

Queste pulizie sono effettuate da personale specializzato, munito di dispositivi di protezione personale e di attrezzature all'avanguardia. Tra le strumentazioni utilizzate troviamo macchine con uomo a bordo per la pulizia e disinfezione di pavimenti di grande estensione, macchine con uomo a terra per lavaggio e lucidatura, nebulizzatori.

Il nebulizzatore è un particolare apparecchio basato su una tecnologia nota ma solo recentemente applicata in modo massivo nel mondo delle pulizie industriali: è in grado di ridurre una riserva d'acqua in goccioline di piccolissime dimensioni. Funziona in questo modo: l'acqua viene microfiltrata mediante il principio dell'osmosi e i diffusori la vaporizzano grazie alla pressione esercitata dalla pompa cui è collegato il dispositivo.

Nel serbatoio d'acqua viene aggiunta una piccola parte di liquido disinfettante, al fine di raggiungere ampie superfici senza sprechi.

Il tema del risparmio d'acqua, storicamente ben noto alle imprese di pulizie industriali, ha assunto negli ultimi mesi un'importanza ancora più cruciale. La scarsità di precipitazioni che interessa da mesi e mesi tutto il nostro paese si è trasformata nelle ultime settimane in una vera e propria emergenza idrica. Per rendersene conto è sufficiente osservare il livello dei fiumi, ridotti spesso a miseri rivoli d'acqua, ed i nostri laghi, caratterizzati in molti casi da un livello straordinariamente basso ed acque melmose.

Come facilmente intuibile, l'acqua è indispensabile per effettuare le pulizie industriali: occorre quindi sfruttare al meglio ogni goccia. L'utilizzo di macchine a vapore per la sterilizzazione di pavimenti e superfici varie consente di ottenere lo scopo desiderato con un singolo, rapido passaggio con un notevole risparmio di acqua.

Gli ultimi modelli di lavapavimenti utilizzano spazzole specificamente progettate per operare efficacemente quasi "a secco", ovvero utilizzando pochissima acqua. Citiamo infine appositi detergenti che non necessitano di risciacquo una volta applicati in soluzione con l'acqua.

Nel novero delle pulizie industriale rientrano anche le pulizie speciali: determinati ambienti richiedono attenzioni particolari a causa del tipo di produzione o lavorazione.

Pensiamo ad esempio agli stabilimenti dove si producono alimenti o farmaci: la presenza di contaminanti va esclusa categoricamente, con un margine di errore pari a zero. In questi casi oltre al già citato vapore viene utilizzata anche l'aria compressa priva di olii oltre ad una serie di speciali agenti chimici in grado di eliminare germi e batteri senza rischio di contaminazione per i materiali trattati.

Alcune imprese di pulizia industriali dispongono dello specifico know-how e delle attrezzature adeguate per gestire la sanificazione di ambienti industriali dopo incendi ed altre tipologie di incidenti. Si tratta di un lavoro molto delicato: incendi che hanno interessato determinati agenti chimici possono lasciare residui e tracce potenzialmente nocivi sulle superfici persistenti anche giorni dopo l'estinzione delle fiamme. Occorre intervenire con cognizione di causa per consentire all'azienda di ripartire il prima possibile arginando il danno economico causato dall'incidente, garantendo alo stesso tempo la totale incolumità e la buona salute dei dipendenti.