La rete di ricarica in Italia

Nel progetto europeo c'è un punto di ricarica in autostrada ogni 60 km

Per supportare degnamente la transizione elettrica, nel nostro paese occorre una brusca accelerazione in materia di ampliamento della rete di ricarica per auto elettriche.
Nelle intenzioni dell'Unione Europea, la rete autostradale di tutto il continente dovrà avere almeno un punto di ricarica ogni 60 km di autostrada.
Una copertura capillare, necessaria date le ambizioni in gioco e la volontà di sospendere la vendita di auto benzina e diesel nuove già dal 2035.Occorre inoltre mettere in atto una vasta campagna informativa per "educare" gli automobilisti italiani al cambiamento imminente.
Troppo spesso nelle nostre città vediamo gli stalli in prossimità delle colonnine di ricarica occupati da auto elettriche che hanno ultimato da tempo la ricarica, altre nemmeno collegate alla colonnina o addirittura termiche, semplicemente parcheggiate dove non potrebbero stare.
Questi gesti di inciviltà non aiutano certo la causa e scoraggiano la diffusione delle vetture a zero emissioni. L'alba della mobilità elettrica impone di ambire ad un superiore livello di civiltà.