Sollevamenti speciali

Gru “mostruose” contro vento e leggi della fisica

Super pesi in cielo

 

 

 

 

I sollevamenti speciali rappresentano in molti casi sfide al limite del possibile: si tratta delle operazioni più complesse nel vasto mondo della movimentazione terra.

Occorre innanzitutto verificare il peso effettivo del carico da elevare, l'altezza da raggiungere e le condizioni ambientali. Un fattore molto importante è il terreno dove installare la gru o l'autogru da utilizzare: è in pianura o lungo un declivio?

Si tratta di un manto stradale, di un piazzale di cemento o della cedevole terra battuta di un cantiere? Anche l'umidità del suolo è determinante. Tutti questi fattori determinano poi il tipo di attrezzatura da utilizzare.

Un altro fattore da considerare è l'imprevedibilità delle condizioni atmosferiche: i sollevamenti speciali sono, come facilmente immaginabile, condizionati dalla presenza e dalla forza del vento. Le condizioni ideali possono rapidamente trasformarsi in uno scenario impraticabile. Lo scenario peggiore, che richiede tutta la straordinaria professionalità delle aziende attive in questo ambito, si verifica quando il vento monta di colpo proprio mentre un'operazione di sollevamento è in corso.

Le operazioni di sollevamento speciale più ardite avvengono in scenari estremi come la costruzione di un mega-grattacielo, nella costruzione di gigantesche piattaforme petrolifere off-shore o nel settore aerospaziale.

Altri ambiti dove il ricorso ai sollevamenti speciali è pratica comune sono i cantieri di grandi opere infrastrutturali come autostrade e la creazione di strutture correlate alle reti energetiche. Basti pensare alla costruzione di un nuovo viadotto autostradale, opera che già di per sé rappresenta un'ambiziosa ed impegnativa sfida ingegneristica. Citiamo infine l'ambito industriale: sollevare le enormi componenti di un altoforno per poi metterle in sede con pochi millimetri di tolleranza necessita una professionalità ed attrezzature davvero fuori dal comune.