PMI ed export digitale

Tre profili di imprese e un potenziale ancora con ampi margini di crescita

L’Osservatorio ha sviluppato un modello a supporto di una strategia di export digitale, che sulla base dell’incidenza dell’Export digitale sul fatturato ha individuati 3 profili (base, intermedio ed avanzato), caratterizzati da diversi livelli di sviluppo. Il profilo base e quello intermedio corrispondono alle imprese con una quota di export digitale sul totale fatturato compresa rispettivamente tra lo 0-3.5% e 3.5- 10%, mentre le imprese caratterizzate da una percentuale di export digitale sul totale delle entrate oltre il 10% corrispondono al profilo avanzato. “L’internazionalizzazione attraverso canali digitali rappresenta un’importante opportunità di crescita per le PMI italiane - spiega Tommaso Vallone, ricercatore dell’Osservatorio Export Digitale -. Il profilo avanzato non riporta uno sviluppo massimo per ogni pilastro della roadmap, ciò significa che il potenziale dell’export digitale non è ancora del tutto esplorato e ci sono ancora ampi margini di crescita”.