Porte, serramenti e infissi

Separare gli ambienti con stile, coniugando estetica e funzionalità

By Athesis Studio

Una porta per arredare. Il sottile confine tra funzionalità ed estetica viene abbattuto dalle nuove proposte che i visitatori del recente Salone del Mobile di Milano hanno potuto ammirare sbirciando tra gli stand delle aziende di interior design specializzare in infissi e serramenti. Il Made in Italy ha dato il meglio di sé, presentando sistemi di chiusura e di partizione pensati per interpretare con stile e qualità il carattere degli spazi domestici.

Porte, finestre, boiserie, centinaia di soluzioni su misura si sono messe in mostra nell’intento, riuscitissimo, di coniugare estetica, benessere e funzionalità, che hanno dimostrato di poter coesistere in perfetto equilibrio.

Ha riscosso un notevole successo, ad esempio, lo stand di una delle aziende top di gamma nel settore, la vicentina Barausse, che ha presentato le nuove collezioni, in un’alternanza di stili e di materiali adatti a soddisfare ogni richiesta della clientela.

Obiettivo dichiarato è sublimare la vivibilità degli ambienti, plasmare un design che nobilita la funzionalità, porre le conoscenze e l’esperienza al servizio del bello, perseguendo l’imprescindibile obiettivo di creare un sistema di prodotti che migliori la qualità dell’abitare, aumentando il valore del progetto.

L’ispirazione nasce da accostamenti inediti, ma sempre studiati e testati da professionisti ed esperti. Come l’abbinamento tra il calore del legno e la neutralità dell’alluminio, nell’intento di creare ambienti sofisticati. Fondamentali anche la scelta cromatica e quella materica, che contribuiscono allo sviluppo progettuale nella creazione del sentimento estetico.

Così legno, alluminio, pelle e colori si coordinano all’insegna del bello e del ben fatto. Con una particolare attenzione per i dettagli, in maniera da creare continuità tra gli ambienti, combinando elementi per esaltare la percezione dello spazio tra armonia e benessere.

Una sorta di laboratorio sartoriale, in cui le soluzioni di chiusura si integrano con i rivestimenti in boiserie e con gli elementi di arredo, dando vita a un unicum di ampio respiro e versatilità, che conferisce agli spazi abitativi coerenza estetica e funzionalità.

Tra le novità viste in fiera a Milano, sottili profili in alluminio, ampie superfici trasparenti per porte in vetro dedicate a chi ama gli spazi luminosi e aperti.

Grazie alle maniglie integrate nel design della porta, sono disponibili modelli perfettamente corrispondenti sia nella versione battente che scorrevole.

Ma anche porte pivotiche a scomparsa e pareti attrezzate perfettamente integrabili nell’ambiente, con inedite composizioni di elementi personalizzabili e componibili – quali ripiani, cassettiere, rivestimenti in legno – studiate nel minimo dettaglio secondo le necessità dei committenti. Non meno interessante l’integrazione con sottili fasci luminosi a led, per mettere in risalto particolari punti o per focalizzare l’attenzione di chi entra nella stanza.

E se le porte sono elementi fondamentali nelle abitazioni private, lo sono ancor di più nelle strutture ricettive, come gli hotel, le aziende sanitarie, le scuole. Qui la separazione degli ambienti prevede il rispetto di normative ancor più stringenti, quali i sistemi tagliafuoco e il fonoisolamento, certificati con specifici requisiti tecnici, che devono coniugare esigenze progettuali, estetica e funzionalità. L’abilità delle aziende di successo sta nel riuscire a mantenere i più elevati standard internazionali di sicurezza, senza rinunciare al comfort e al design.

Proprio per questo è bene affidarsi a professionisti che possano vantare certificazioni e brevetti a garanzia della sicurezza a tutto tondo.

Il tutto con un occhio di riguardo all’ambiente, rispettando parametri di qualità e certificazioni specifiche: pannelli a bassa emissione di formaldeide, legni e decorazioni privi di sostanze tossiche, vernici all’acqua e incollaggi con colle viniliche privi di formaldeide.

Le immagini a corredo dell'articolo sono tratte dal sito www.barausse.com