Commessi 2019

27.11.2019

La cavalcata parte dalla
macelleria Fabio corre veloce

Fabio Zanotto si occupa anche della fattoria didattica. FOTO MARANGON
Fabio Zanotto si occupa anche della fattoria didattica. FOTO MARANGON

Di certo Fabio Zanotto non si annoia. Il pretendente al titolo nella sfida de “I commessi dell’anno” lanciata dal GdV, oltre a lavorare alla “Macelleria Zanotto” di Vicenza, si occupa della fattoria didattica e dell’azienda agricola “Ranch dei mulini” ad Arcugnano, zona lago di Fimon. Zanotto si trova al decimo posto della classifica maschile con oltre 3 mila punti frutto della stima dimostrata dai clienti della macelleria. «Non sono uno portato per gare e sfide del genere - racconta - Ma in questo caso devo ammettere che mi fa piacere. È stato emozionante vedere il mio nome sul giornale e devo ringraziare tutta la mia clientela, in particolare un signore che sono sicuro si stia dando particolarmente da fare per raccogliere le schede, compilarle a mio nome e farle arrivare alla redazione del giornale». Il punto vendita della “Macelleria Zanotto”, nel quartiere di Villaggio del Sole, è aperto da quasi cinquant’anni; ci lavora Fabio assieme a papà Giuseppe e alla mamma Giuliana. «La nostra è una clientela abituale - prosegue - Ci scambiano sempre due parole e ci si conosce tutti. In settimana teniamo aperto solamente la mattina perché nel pomeriggio siamo impegnati al ranch. Ho una grandissima passione per i cavalli. La mia, che uso anche per la didattica con scuole e famiglie, si chiama Lea ed è pezzata; assomiglia un po’ a Zietto, il cavallo di Pippi Calzelunghe. Forse è per questo che piace tanto ai bambini. Nell’azienda agricola organizziamo feste di compleanno ed eventi, oltre che passeggiate a cavallo nel verde. Al momento mi occupo di 10 esemplari, tra quelli che teniamo in pensione e quelli di proprietà». Infine, tra i numerosi prodotti dell’azienda agricola, da qualche anno Zanotto si sta specializzando nella complicata lavorazione dello zafferano. «Si svolge tutto manualmente: dalla semina, all’essiccazione alla raccolta - chiude - Per me è una nuova sfida». Ricordiamo che la gara “I commessi dell’anno” è rivolta a tutti: non ci sono limitazioni per partecipare né legate al sesso, né all’età. Botteghe del centro storico, attività di periferia, supermercati di paese, noti punti vendita all’interno di centri commerciali sparsi sul territorio e ancora bar, gelaterie, farmacie, tabaccherie, librerie, fiorerie e negozi d’abbigliamento di qualsiasi genere; ogni dipendente o titolare, purché di lavoro sia a contatto con la clientela, sarà il benvenuto. C’è ancora tempo per partecipare: la sfida, infatti, si chiuderà a dicembre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Marangon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1