Commessi 2019

13.11.2019

Erika ci riprova
«Di nuovo in gara
Bella sorpresa»

Erika Zorzan ha partecipato anche all’edizione di due anni fa. S.M.
Erika Zorzan ha partecipato anche all’edizione di due anni fa. S.M.

Dopo aver chiuso al nono posto l’edizione 2017 de “I commessi dell’anno”, Erika Zorzan aveva deciso di non partecipare per lasciare spazio ad altri colleghi. Invece i clienti affezionati hanno pensato di votarla ugualmente, così il suo nome è finito anche nell’edizione targata 2019. «Una sorpresa graditissima - spiega la commessa del negozio “Profumeria Palladio 174” in centro -. Non me l’aspettavo, anche perché a chi mi aveva chiesto avevo risposto di non votarmi. Ma adesso che sono in gioco… si fa sul serio. E devo recuperare posizioni; nella precedente sfida, infatti, sono sempre rimasta nei primi dieci posti dall’inizio alla fine, questa volta m’impegnerò per una rapida scalata da qui a dicembre». Erika Zorzan ha iniziato a lavorare alla “Profumeria Palladio 174” trent’anni fa; è stato il suo primo lavoro e non ha mai cambiato. «È un’attività che amo e ormai conosco bene le esigenze della clientela - prosegue -. Da poco abbiamo introdotto anche il marchio Chanel che sta andando alla grande. Spesso, infatti, le persone entrano in negozio con le idee chiare perché hanno visto in pubblicità un determinato prodotto. Sono aggiornate e questo è stimolante. L’obiettivo è che escano dalla profumeria belle, sorridenti e soddisfatte». E tra le novità dell’autunno/inverno ci sono i cerchietti, in tutte le loro varianti. «È un accessorio che adoro - racconta la beniamina de “I commessi dell’anno” -. Inoltre sono felice perché quest’anno la moda rilancia i colori. Come rossetti, invece, largo ai toni opachi; a essere maggiormente truccato è l’occhio. Poi, però, dipende tutto dalla carnagione della cliente. Un altro must restano i profumi e qui ad essere apprezzati sia dai turisti, sia dai vicentini, sono quelli italiani dei marchi Carthusia-Profumi di Capri e Acqua dell’Elba». Sempre sorridente e originale nel look, Erika Zorzan ama lo shopping. «Non ho un negozio preferito - chiude - acquisto i capi che mi piacciono e di solito scelgo vestiti non comuni». Per ragioni di spazio le classifiche sul giornale di domenica scorsa non sono state pubblicate integralmente; a mancare erano le parti finali, quelle con i punteggi più bassi. L'intera graduatoria è disponibile sul sito del GdV. La gara è rivolta a tutti: non ci sono limitazioni per partecipare. Non si tratta, infatti, di un format che premia i più belli o i più fotogenici. Ogni dipendente o titolare, purché di lavoro sia a contatto con la clientela, è il benvenuto. E che vinca il migliore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Marangon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1