Soluzione efficiente

Isolamento termico: tutti i vantaggi del cappotto

By Athesis Studio
Isolamento termico: tutti i vantaggi del cappotto
Isolamento termico: tutti i vantaggi del cappotto
Isolamento termico: tutti i vantaggi del cappotto
Isolamento termico: tutti i vantaggi del cappotto

Godere di maggior comfort in casa, con stanze più calde d’inverno e più fresche nei mesi estivi, con un conseguente risparmio in bolletta. È quello che è possibile ottenere dotando la propria abitazione di un cappotto termico. Un’operazione ora più conveniente se si approfitta della possibilità offerta dal Superbonus al 110%.

 

Con questa agevolazione si è voluto spostare l’attenzione soprattutto sulla riqualificazione del patrimonio esistente. Nell’elenco dei lavori trainanti che permettono di accedere al bonus, tra i più importanti c’è proprio il cappotto, che permette di agire sull’isolamento termico dell’edificio.

 

Un intervento che incide in maniera sostanziale sui costi domestici, visto che i più recenti studi sottolineano come la riduzione del fabbisogno termico dell’immobile dotato di questa soluzione non sia mai inferiore al 40% e, in alcuni casi, possa arrivare addirittura al 70%.

 

Usufruendo del Superbonus è possibile ottenere una detrazione fiscale del 110% della spesa sostenuta, entro i limiti massimi previsti dalla normativa; in alternativa, si può avere uno sconto totale in fattura oppure cedere il credito di imposta. Attenzione anche ai requisiti: una delle condizioni indispensabili per accedere all’agevolazione è che i lavori garantiscano il miglioramento di due classi energetiche o, nel caso in cui questo non fosse possibile, il raggiungimento della classe energetica più alta.

 

Cos’è il cappotto termico

Ma che cos’è, più nello specifico, un cappotto? Si tratta di un sistema a strati isolanti che garantisce un isolamento, sia termico che acustico, completo o di altissimo livello. Due sono le tipologie previste:

  • interno;
  • esterno.

 

Quando si realizza un cappotto termico interno, i pannelli isolanti vengono sistemati sulle pareti interne delle abitazioni. I pannelli sono di spessore minore rispetto a quelli utilizzati per le aree esterne.

I vantaggi di questa soluzione sono:

  • prezzi minori;
  • tempi di posa più brevi;
  • migliore adattamento negli edifici urbani.

 

Al contrario, il cappotto termico esterno viene posizionato sulle facciate degli edifici, in particolar modo su case unifamiliari e facciate di condomini.

 

I vantaggi, in questo caso, sono:

  • maggiore isolamento;
  • prevenzione dei danni alle pareti esterne (crepe e muffa in primis)
  • riduzione dei ponti termici, causati dalle discontinuità costruttive.

 

Di contro, però, bisogna in genere aspettarsi tempi di lavorazione più lunghi e costi maggiori rispetto al cappotto termico interno.

 

I materiali utilizzati per la coibentazione si dividono in due macro-gruppi:

  • sintetici (polistirene e pvc, soprattutto);
  • naturali (come fibra di legno o vetro, sughero e lana di roccia).

 

Per la realizzazione di un cappotto termico è sempre opportuno rivolgersi a ditte specializzate, magari avendo l’accortezza di confrontare più preventivi prima di iniziare i lavori. I professionisti del settore sapranno anche consigliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze.