LA POLISPORTIVA

Lo sport vissuto nello spirito dell’accoglienza

By Athesis Studio
La campionessa Alice Maule ha collezionato numerosi riconoscimenti
La campionessa Alice Maule ha collezionato numerosi riconoscimenti
La campionessa Alice Maule ha collezionato numerosi riconoscimenti
La campionessa Alice Maule ha collezionato numerosi riconoscimenti

La passione per lo sport vissuta in un clima familiare, dove a contare non sono soltanto i risultati. È lo spirito che contraddistingue il Gruppo sportivo alpini (Gsa) di Vicenza guidato dal presidente Renzo Carollo e seguito dal direttore tecnico sportivo e allenatore di atletica Siro Pillan. Nato oltre 40 anni fa dalla spinta di un gruppo di atleti e non che si organizzavano per partecipare ad attività sportive a volte improvvisate, il gruppo conosce una crescita importante negli anni ’70; sotto la presidenza di Vincenzo Periz si forma il primo vero nucleo della realtà, fondata ufficialmente nel 1991, che ora conta un centinaio di soci impegnati in varie discipline, tra le quali sci alpino, sci fondo, nordic walking, ski-roll, corsa in montagna, triathlon, ciclismo, marcia di regolarità, tiro a segno, basking e atletica paralimpica. Con altri presidenti, come Silvio Androgna e Giuseppe Galvanin, prosegue l’evoluzione del Gsa che negli anni si innalza ad alti livelli grazie all’apporto di campioni di levatura mondiale. Nel 2014 da un progetto del presidente Luciano Cherobin e Ampelio Pillan nasce il “nuovo” Gsa di Vicenza, con una organizzazione burocratica stabile, come richiesto da leggi e protocolli Coni, fino alla costituzione di una vera e propria “polisportiva”. Il Gsa è aperto anche alla disabilità: da qui le squadre di baskin e gli atleti paralimpici, tra i quali Alice Maule che è inserita nel Club azzurro paralimpico e ha vinto più titoli tricolore. Uno dei fiori all’occhiello è il nordic walking: molte le vittorie individuali (Luigi Sesso) e a squadre (campioni italiani per il terzo anno consecutivo); nel palmares anche i titoli europei (con Sesso, Emanuela Antonelli e Mario Zorzi). •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

L.P.