03 luglio 2020

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

29.06.2020

«Veneto, ancora
22 focolai: usate
le mascherine»

La diretta di Luca Zaia

 

RISCHI E ASSEMBRAMENTI

«Siamo fortemente preoccupati per gli assembramenti del weekend, a prescindere dal fatto che una parte della comunità scientifica parla di un virus indebolito, e quindi dico ai veneti di fare attenzione. Oggi siamo artefici del nostro futuro. Prendo atto che  molti non portano la mascherina nei luoghi di assembramento e luoghi chiusi ma attenzione a non vanificare gli sforzi fatti finora. Non vorrei che sprecassimo il grande lavoro di questi mesi»

 

IN VENETO 22 FOCOLAI

«Attualmente in Veneto ci sono 22 focolai. Dal 31 maggio al 7 giugno ce n’erano 75, la settimana successiva 56, poi 35, quindi in questa settimana 22. Dunque non sono affatto aumentati i focolai, per noi focolaio significa due persone infette nello stesso contesto. Tredici dei ventidue focolai sono riconducibili a privati, gli altri nove nelle strutture per anziani. Due focolai importanti sono quello di Feltre con sei positivi e quello delle badanti moldave»

 

TAMPONI GRATUITI E OBBLIGATORI PER BADANTI

Test obbligatori e gratuiti per le badanti che rientrano in Italia dai paesi extra Ue riprendendo il loro servizio nelle famiglie in Veneto. Lo ha annunciato Zaia, sottolineando che per usufruire del servizio bisognerà rivolgersi al sistema sanitario regionale, a partire dai medici di base. «È una maniera per proteggere gli anziani e i loro familiari», ha detto Zaia, spiegando che «i tamponi verranno fatti in tempo reale». Il rientro dai paesi extra Ue è previsto dal 1 luglio.

 

IN VENETO SANITÀ UGUALE PER TUTTI

«In Veneto la sanità non guarda in faccia nessuno: si dà assistenza in base a tutte le etnie, le
confessioni religiose e le scelte sentimentali». Il governatore ha anche ricordato le prassi adottate per il contenimento del Covid-19: «I sintomatici venivano testati tutti, non gli asintomatici, che però sono stati isolati. A Vo' Euganeo ho fatto fare il test a tutti i cittadini, una scelta radicale che ha pagato. Non abbiamo lasciato a piede libero alcun contatto stretto
di positivi».

 

SCANDALOSO M5S CONTRO FINANZIAMENTI A SCUOLE PARITARIE

«Trovo scandaloso che il M5S obietti sul finanziamento alle scuole paritarie. Posso capire che ci sia una posizione ideologica, però se la scuola pubblica non è garantita, i bimbi dell’età dell’infanzia in Veneto vanno mandati a scuola in qualche modo. Qui non c’è l’alternativa pubblica, lo Stato non garantisce storicamente al Veneto la scuola pubblica. Inviterei il governo a non vedere sempre il mostro dietro l’angolo, il governo è inadempiente, non chi fa concorrenza al pubblico. Quando abbiamo chiesto l’autonomia ci hanno detto di mettere giù le mani dalla scuola, c’è da preoccuparsi se le mani sono queste».

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1