23 aprile 2019

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

10.12.2018 Tags: PADOVA , Stop offerte e lumi elettrici in chiesa

Sacerdote toglie
cassette offerte
«Pregare è gratis»

Candele votive
Candele votive

PADOVA. Stop nella Chiesta dei Santi Biagio e Daniele di Grantorto (Padova) alle cassette delle offerte, alle candele elettriche sostituite con quelle votive per le quali non è richiesto alcun pagamento. Lo ha stabilito don Dino Dalla Pozza, da poco meno di due mesi alla guida dell’Unità pastorale di Grantorto e Carturo, nel Padovano, perché «in Chiesa - ha spiegato - non si fa commercio e vorrei che i fedeli capissero che pregare non costa denaro».

 

Don Dino, come riferisce Il Mattino di Padova, lo ha annunciato durante la messa domenicale ai fedeli che hanno gradito questo cambiamento. Così sono scomparse le cassette per le offerte e al posto delle candele elettriche ora sono a portata di mano quelle votive, a cera, che si possono accendere senza pagare nulla. «Invito i fedeli - ha detto il parroco - ad entrare in Chiesa ad ascoltare la parola di Dio e a vivere il Vangelo senza mettere le mani nel portafogli. Chi ha il piacere di accendere un lume e raccogliersi in preghiera, lo può fare liberamente senza dover versare oboli».

CS

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1