19 gennaio 2020

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

16.03.2014

Indipendenza veneta 300 mila gli iscritti al web-referendum

Il vessillo della Regione veneta
Il vessillo della Regione veneta

VENEZIA
La sfida inizia oggi. È una battaglia politica tutta via internet quella del “Referendum di indipendenza del veneto” che viene organizzato in Rete fino a venerdì sera, quando è stata annunciata la manifestazione ufficiale con l'annuncio dei risultati - e degli eletti - in Piazza dei Signori a Treviso.
Secondo i dati diffusi dagli organizzatori del sondaggio, guidati da Gianluca Busato, a ieri era stata superata la quota di 300 mila adesioni: come noto infatti per poter votare occorre iscriversi al sito apposito creato dagli organizzatori e ottenere un “codice di voto”, in base a cui ci si può esprimere. Il tutto per dare attendibilità alla consultazione via web, che gli organizzatori di “Venetosi” hanno battezzato “plebiscito”, in chiara contrapposizione a quel plebiscito del 1866 che segnò l'annessione del Veneto all'Italia e che viene definito “truffa” da molti venetisti, tra cui ad esempio l'ex consigliere regionale Ettore Beggiato.
«“Vuoi che il Veneto diventi una Repubblica Federale indipendente e sovrana? Sì o No?” è il quesito - segnalano gli organizzatori - cui tutti i cittadini del Veneto sono stati chiamati a rispondere» in Rete, o chiamando anche al telefono (sempre con assegnazione codice). La consultazione serve anche ad eleggere i “garanti” della futura battaglia per l'indipendenza, il che fa pensare quindi che stia nascendo una nuova forza politica venetista.
In ogni caso la battaglia del web-referendum ha ottenuto - complice anche la crisi in Crimea e i vicini referendum veri e propri di Catalogna e Scozia - un'attenzione anche dai media internazionali. Gianluca Busato fa sapere di essere stato contattato da Daily Mail, Los Angeles Times, Guardian e Sunday Express. Anche giornalisti della tv russa Ntv sono giunti a Venezia per intervistare Busato e seguire un incontro di reclutamento volontari a Cannareggio.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1