08 luglio 2020

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

28.05.2020

«Ospedali ormai
verso normalità»
Le nuove regole

NON CI SONO PIÙ ESPLOSIONI DI CONTAGI

«Possiamo dire con ragionevole certezza, ma attendiamo il 15 giugno per precauzione, di non aver avuto più carichi ospedalieri né esplosioni di contagiati, a 10 giorni dal 18 maggio. I nuovi casi sono per la quasi totalità positivizzazioni di cluster vecchi, di focolai nelle Rsa. Da 20 giorni non troviamo un positivo negli ospedali e nel personale sanitario. Tutto fa pensare che si vada a una situazione di tenuta»

 

OSPEDALI VENETO VERSO NORMALIZZAZIONE

«La situazione delle riaperture degli ospedali sta andando verso la normalizzazione, gli ospedali stanno andando a regime. Resta il tema del punto nascita di Asiago, ma lo riapriremo, come abbiamo fatto con quelli che avevano chiuso. Resta qualche punto sospeso, qualche problema nel flusso di richieste a certi call center. Stiamo investendo sulla prenotazione, sulla telemedicina, e sulla riorganizzazione degli accessi. Cambierà la filosofia di approccio, dovremo abituarci ad accessi separati nei pronto soccorso, adegueremo le strutture, investiremo con la quota del fondo nazionale sanità, per le terapie intensive e semintensive; avremo uno scenario e un’immagine di pronto soccorso che non sarà più quella di oggi. Diventerà un piccolo ospedale nell’ospedale».

 

TRE NUOVI VIDEO SU MODALITÀ ACCESSO OSPEDALI

«Dopo quello sull'Happy Hour, oggi lanciamo tre nuovi spot sulle modalità di accesso agli ospedali»

- Video: accesso pronto soccorso

- Video: accesso attività ambulatoriali

- Video: accesso ospedali

 

ELEZIONI REGIONALI, NON VIENE RISPETTATA LA COSTITUZIONE

Sulla questione della data delle elezioni «noi pensiamo che non sia rispettata la Costituzione. La Costituzione prevede di sospendere le elezioni in caso di guerra, questo articolo lo abbiamo inaugurato con il Coronavirus», ha affermato Zaia. «Nella riunione di ieri sera tensione ce n’è stata perché è messa in discussione la leale collaborazione tra le istituzioni. È impensabile che la risposta sia "vi abbiamo dato una finestra a settembre, voi convocate le elezioni quando volete". C’è la tentazione di non dare più pareri della Conferenza delle Regioni. È grave tradurre in dibattito politico un rapporto istituzionale tra noi e il Governo, che è un fatto di Costituzione».

 

RECOVERY FUND, NEI CONTI REGIONE NON HO VISTO NIENTE

«Non ho ben capito come funziona, l’erogazione e i vincoli», ha detto il presidente Luca Zaia a proposito del Recovery Fund annunciato dalla Commissione Ue. «Al momento - ha aggiunto, interpellato dai giornalisti - ho letto notizie dalle agenzie, da mesi si parla di mega interventi ma nei conti della Regione non ho visto niente finora. Mi fermo qui».

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1