08 luglio 2020

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

23.05.2020

Dalle aree gioco
ai centri estivi
Tutte le ripartenze

Coronavirus in Veneto: la diretta quotidiana di Luca Zaia 

 

LA NUOVA ORDINANZA

«Possiamo anticipare delle aperture. Ieri sera la conferenza delle Regioni si è riunita e approvate le linee guida che alleghiamo all'ordinanza».

 

LE LINEE GUIDA (QUI IL TESTO)

 

LA NUOVA ORDINANZA (QUI IL TESTO)

 

ALLEGATO 2 (QUI IL TESTO)

 

 

Dal 25 maggio ok a:

- noleggio di auto, bici e altre attrezzature

- Gli informatori scientifici del farmaco possono avviare l'attività

- Aree giochi per bambini, comprese quelle nelle strutture ricettive e nei centri commerciali. Sul suolo pubblico possono essere fissate delle amministrazioni comunali date successive a lunedì

- Centri sociali, centri culturali, circoli ricreativi, attività sportive

- Formazione professionale e autoscuole

- Parchi tematici e di divertimento, parchi zoologici, acquatici, giostre, spettacoli viaggianti. Ok a Parco Natura Viva, Gardaland e Caneva World

- Guide turistiche e professioni della montagna, che hanno linee guida nazionali. 

- Non più obbligatori i guanti per i commercianti

 

Dal 1° giugno ok a:

- Servizi per l'infanzia 0-17, ma lo 0-3 deve essere validato da comitato tecnico scientifico: elementi fondamentali sono il numero di bambini e che ogni nucleo non interferisca con altri nuclei. 

Per i servizi educativi della fascia 0-3 anni le linee guida approntate dal Veneto prevedono lavori in piccoli gruppi isolati tra loro, e la misurazione obbligatoria della temperatura per piccoli, educatori e genitori. Lo ha anticipato la dott. Francesca Russo, direttrice regionale del Dipartimento Prevenzione. «Le linee guida - ha precisato ai giornalisti - hanno elementi come il numero di bambini per educatore, il fatto che ogni nucleo deve essere considerato "nucleo epidemiologico" e quindi svolgere attività separate, per garantire, se ci fosse un caso sospetto, di enucleare il gruppo. Abbiamo concordato con i portatori d’interesse misure che garantiscono operatori e bambini, abbiamo inserito come obbligatoria la misurazione della temperatura per tutti. L’igiene e la disinfezione viene
descritta in maniera precisa. Sono previste le mascherine per bimbi da 6 anni in su, spazi separati per fornitori estranei al contesto, i genitori non devono assembrarsi fuori dalle strutture, è meglio che il bimbo venga accompagnato dallo stesso genitore, ed evitare accompagnatori da 60 anni in su. Sembrano misure molto restrittive - ha concluso Russo - ma questo è il
contesto in questo momento, se gli scenari saranno migliori saremo più rilassati».

Da verificare con un'ordinanza successiva

- centri termali, cinema, teatri, sagre, fiere e discoteche

 

«Stiamo preparando la culla del neonato - ha aggiunto - noi non abdichiamo al ruolo turistico del Veneto, per fare turismo ci vuole tutto il corredo. Ci stiamo attrezzando, con i motori al minimo e nel giro di una settimana, dieci giorni saremo già a buon regime».

 

 

 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1