12 dicembre 2019

Veneto

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

16.11.2019 Tags: ROMA , Venezia

A Venezia
danni per oltre
un miliardo

Sospensione dei mutui per un anno, 20 milioni per il primo ristoro dei danni e il sindaco di Venezia Brugnaro nominato commissario straordinario. C’è anche un contributo per chi è costretto momentaneamente fuori casa a causa dell’acqua alta, che si somma a quella che stabilisce primi rimborsi di 5mila euro per i privati, e di 20mila per le aziende.  Sono queste le misure principali contenute nell’ordinanza firmata dal capo della Protezione Civile Borrelli per l’emergenza per l’acqua alta a a Venezia.

 

UN MILIARDO DI DANNI. Per i danni «siamo attorno al miliardo di euro. Quando tutto si asciugherà, si potranno capire con precisione i danneggiamenti arrecati dall'acqua alle abitazioni, alle imprese, ai negozi, al patrimonio culturale e artistico».

Dal governo «ci sarà un primo stanziamento di 20 milioni di euro per gestire l'emergenza e far ripartire la funzionalità della città. E se non dovessero bastare, sia il premier Giuseppe Conte che il ministro Paola De Micheli e il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli mi hanno promesso ulteriori stanziamenti». Lo afferma il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro.

 

LE PREVISIONI. Questa mattina, e anche ieri sera a mezzanotte, l'alta marea a Venezia ha toccato i 115-120  centimetri, un livello classificato come molto sostenuto, ma non eccezionale. Quindi oggi è stata una giornata di tregua per la città anche se sono rimaste paralizzate molte attività e le scuole sono chiuse.

Un nuovo allarme è previsto, invece, per domani mattina (domenica 17 novembre): il picco pericoloso viene annunciato per le 12.30, il Centro previsioni delle marea evidenzia infatti un livello di 160 centimetri. 


LA NAZIONALE DI CALCIO. A Piazza San Marco, oggi, anche l’abbraccio ai veneziani della Nazionale di calcio, portato dal capodelegazione Gianluca Vialli, dal portiere Gianluigi Donnarumma e dal presidente della Figc Gabriele Gravina. Dopo il 3-0 alla Bosnia, la nazionale di Roberto Mancini siera trasferita nella notte da Sarajevo nella città lagunare, dove nel pomeriggio è stato presentato un accordo di partnership tra la Figc e la società Aeroporti di Venezia. 

 

LA CONTA DEI DANNI. Il sindaco di Venezia e neo commissario per i danni da acqua alta, invita i cittadini a «prepararsi a fare la conta dei danni subito» per procedere poi ai rimborsi. «Ci sarà una cabina di regia - spiega Brugnaro - con tecnici, periti. Tutto verrà compiuto in tre settimane e pertanto si deve essere pronti a compilare le schede per i rimborsi. Fate le fotografie - ha concluso, rivolgendosi ai cittadini - e fate un minimo di calcolo da subito».

 

SUL MOSE. «Il Comune è stato totalmente estromesso dalle dighe mobili - dice Brugnaro -. Vogliamo che sia completato e vogliamo partecipare, sapere, essere informati. Voglio, non dico una data precisa della fine dei lavori, ma almeno un cronoprogramma». Tuttavia il Mose da solo non basta: «È tutto il sistema che deve essere completato».

 

GLI AIUTI DA TUTTO IL MONDO. Un aiuto potrebbe arrivare anche dalla Russia. «Fonti ufficiali hanno dichiarato che, se lo Stato italiano chiederà un aiuto per Venezia, questo sarà preso in considerazione. Credo che qualche nostro ’amicò abbia fatto una telefonata. Anche la Banca Europea per gli investimenti ha garantito al Governo dei mutui speciali per le famiglie».

Brugnaro ha raccontato come la solidarietà proviene da tutto il mondo: «Ho ricevuto telefonate e messaggi da singoli cittadini provenienti da tutto il mondo, che chiedono come aiutare Venezia. Per noi tutto questo è importante».

Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1