13 novembre 2019

Sport

Chiudi

07.10.2019

Il Marsala fa male al Montecchio

Un attacco di Federica Carletti (Ramonda). ARCHVIO  - 3FPHOTOTEAM
Un attacco di Federica Carletti (Ramonda). ARCHVIO - 3FPHOTOTEAM

Non è andata come ci si aspettava. Esordio che lascia un po’ d’amaro in bocca per il Ramonda Ipag Montecchio che dimentica in Sicilia, e più precisamente a Marsala, tre punti importanti in vista dell’obiettivo play off. Ad ogni modo la strada è ancora molto lunga e questa era solo la prima partita della stagione. Non nasconde la delusione la capitana castellana, la palleggiatrice romagnola classe 1995 Chiara Scacchetti: «Siamo molto amareggiate per il risultato; non è per il fatto di aver sottovalutato l’avversario, ma abbiamo avuto troppi alti e bassi. Inoltre non siamo state ciniche nei finali di set e su alcuni palloni importanti. Questa è una cosa che abbiamo inevitabilmente pagato. Ora dobbiamo pensare a lavorare in palestra, mettendo poi in partita quello che negli allenamenti ci sarà di buono». Una visione più complessa la dà il primo allenatore del Montecchio Alessandro Beltrami. «Onestamente abbiamo iniziato con il piede sbagliato e mi dispiace. Abbiamo ricevuto male, non abbiamo costruito in attacco e di conseguenza abbiamo pagato la situazione poiché, con le nostre caratteristiche, siamo una squadra d’attacco. Non poterci esprimere in questo fondamentale ha portato al risultato che si è visto. Nel secondo tempo sotto certi aspetti siamo un po’ cresciuti: un po’ meglio la qualità del primo tocco, ma l’attacco ancora male. È calato anche il nostro muro-difesa, che invece all’inizio sembrava tenere. Nella terza frazione abbiamo creato una sorta di equilibrio: non un ottimo gioco, ma a sprazzi si è visto qualcosa di buono. Questi saranno gli elementi da tenere e da cui ripartire. Ho notato una buona velocità e un buon ritmo, però non siamo riusciti a mantenerli. Nella quarta frazione siamo partiti allo stesso modo, ma poi ci siamo persi. Mi dispiace - chiude -. A video, nelle amichevoli, avevo visto la squadra giocare per lunghi tratti una buona pallavolo, ma in questa prima sfida stagionale non è stato così. Siamo un team giovane e la mancanza di esperienza si fa vedere. Stiamo provando a sviluppare un gioco veloce che non significa solo spettacolare, che è complicato da gestire; quando ci viene siamo inarrestabili, quando non abbiamo il ritmo siamo dannosi per noi stessi. E contro Marsala è andata proprio così. Ci vorrà tempo, come ci è voluto la scorsa stagione. Infine sono mancati lo spirito di squadra e la fiducia tra compagne, elementi che secondo me ci avrebbero portato almeno al quinto set. Dobbiamo tornare a lavorare più duro e accelerare i tempi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Marangon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
28
Adriese
25
Cartigliano
25
Luparense
21
Union Clodiense Chioggia
21
Legnago Salus
21
Cjarlins Muzane
21
Mestre
20
Feltre
20
Chions
19
Ambrosiana
18
Caldiero
17
Este
16
Belluno
15
Montebelluna
14
Delta Rovigo
14
Villafranca Vr
12
Tamai
7
Vigasio
7
San Luigi
6
Adriese - Vigasio
3-1
Caldiero - Union Clodiense Chioggia
0-1
Montebelluna - San Luigi
1-1
Cartigliano - Campodarsego
1-3
Chions - Luparense
1-1
Este - Delta Rovigo
0-0
Legnago Salus - Belluno
3-0
Mestre - Cjarlins Muzane
3-1
Feltre - Tamai
0-1
Villafranca Vr - Ambrosiana
2-4