07 dicembre 2019

Sport

Chiudi

15.10.2019

Dirigere dall’alto, la salvezza della pallavolo

Un giovane arbitro di pallavolo. MAROSO
Un giovane arbitro di pallavolo. MAROSO

Un esercito di oltre 500 fischietti sono, ogni fine settimana, a disposizione per dirigere, dall’alto del seggiolone sistemato in mezzo al campo, gli incontri giovanili di volley provinciale. Sin qui nulla di particolare se non che questi, per la maggior parte dei casi, sono papà, qualche temeraria mamma e giovani che hanno deciso di dare una mano al proprio club. Sono gli Arbitri di Società, figura nel corso degli anni divenuta perno dell’attività arbitrale con la Provincia del Palladio vera pioniere a livello nazionale. Risale infatti a fine anni Novanta la sperimentazione nel territorio vicentino, pensata per colmare la cronica carenza di arbitri che con grande difficoltà riuscivano a coprire le gare del settore giovanile. Del resto senza arbitro non si può giocare e così l’intuizione di coinvolgere maggiormente i genitori, chiedo di lasciare le tribune per dare un aiuto nelle gare (con il grande salto da chi, qualche volta protesta, a chi è chiamato a decidere). I primi corsi e poi negli ultimi anni tutto è stato normato con l’istituzionalizzazione del nuovo ruolo e la peculiarità che se prima l’uso dei cartellini non era autorizzato (diverso nel vicentino) poi è arrivato il semaforo verde per il completamento della figura. Ogni società, ad inizio stagione, è stimolata a cercare nuovi direttori di gara, chiedendo in particolare ai genitori che seguono le squadre; un modo per farli sentire parte della società, con la pizzata di fine anno o il regalino a Natale come forma di ringraziamento. «Ho risposto alla richiesta della mia società – ci racconta Roberto da Bassano – perché avevano bisogno ma soprattutto perché mi permette di seguire mia figlia in modo diverso. Non nascondo l’emozione e la difficoltà all’inizio ma poi, visto che siamo nel giovanile, tutto è più facile e vedere dall’alto le ragazze giocare è veramente piacevole». Nelle prossime settimane la Fipav Vicenza organizza i nuovi corsi nelle diverse zone della Provincia chiedendo la presenza alle quattro lezioni serali, al test finale con prova pratica e affiancandoli nell’arbitraggio di qualche amichevole donando, per la prima volta, la maglia di arbitro e gli strumenti del mestiere: fischietto e cartellini. «Per noi – spiega Federica Sorgato arbitro nazionale e vicecommissario regionale – gli arbitri di società sono la migliore base di lavoro per trovare nuovi arbitri federali. Molti infatti si appassionano e con un corso ridotto, accedono al ruolo federale. Apprezziamo molto le discussioni che avvengono nei corsi ed aggiornamenti a dimostrazione di come il ruolo è molto sentito». Dei 54 arbitri territoriali oggi in attività a Vicenza, circa la metà ha iniziato arbitrando in società.Un corso di arbitro federale proprio il prossimo 25 ottobre a Vicenza avrà la sua serata di apertura. Ma quanto è difficile arbitrare? «All’inizio c’è un po’ di confusione – commenta Giancarlo sul seggiolone da due anni in zona Montecchio – soprattutto per seguire il protocollo iniziale. Ma imparati i rudimenti, quando poi si ha il fischietto tutto è più semplice perché nel giovanile il gioco è lento anche se qualche palla scappa. Ora le partite della Nazionale in tv le vedo in modo diverso e ammiro gli arbitri che devono decidere su palloni così veloci».

AN.MA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
37
Cartigliano
31
Adriese
28
Feltre
27
Legnago Salus
27
Mestre
26
Luparense
25
Ambrosiana
25
Union Clodiense Chioggia
25
Cjarlins Muzane
24
Este
22
Belluno
21
Delta Rovigo
21
Montebelluna
20
Chions
19
Caldiero
18
Villafranca Vr
14
Tamai
10
Vigasio
7
San Luigi
6
Adriese - Cartigliano
3-1
Ambrosiana - Mestre
3-0
Belluno - Chions
4-1
Campodarsego - Legnago Salus
3-0
Cjarlins Muzane - Montebelluna
1-2
Luparense - Caldiero
2-1
San Luigi - Feltre
0-7
Tamai - Este
2-0
Union Clodiense Chioggia - Villafranca Vr
2-2
Vigasio - Delta Rovigo
1-3