15 luglio 2020

Sport

Chiudi

18.11.2019

Carattere Ramonda Carletti usa i muscoli per piegare il Busto

Un attacco di Federica Carletti (Montecchio), 24 punti. 3F PHOTOTEAM
Un attacco di Federica Carletti (Montecchio), 24 punti. 3F PHOTOTEAM

Sara Marangon MONTECCHIO MAGGIORE Grande prova di carattere per il Ramonda Ipag Montecchio che, nonostante le difficoltà riscontrate nel secondo set, è riuscito a portare a casa l’intera posta. E a fine incontro non resta che puntare i riflettori sulla solita Federica Carletti, nata come banda, ma da due anni impiegata nel ruolo di opposto per venire in aiuto alla squadra. Con 24 punti contro Busto Arsizio, la schiacciatrice, classe 2000, si sta confermando un pilastro per il team castellano. «Non abbiamo sottovalutato le avversarie, soprattutto dopo il 3-0 che hanno rifilato la scorsa settimana alle quotate trentine - commenta Carletti -. Ci hanno messo in difficoltà sul muro-difesa, ma non è stato per demerito nostro; abbiamo avuto degli alti e bassi. Abbiamo vinto ma è stata dura. Non abbiamo espresso al massimo le nostre qualità: nell’ultimo set abbiamo sbagliato due battute proprio sul finale, sprecando due set ball. In palestra stiamo lavorando bene e abbiamo imparato a non mollare mai. Mi sto allenando sia da banda, sia come opposto. In spogliatoio c’è un bel clima, si va d’accordo e se qualcosa non va ne parliamo. Ciascuna di noi accetta con il giusto spirito suggerimenti e critiche costruttive. Nel nostro girone ci sono formazioni molto forti - chiude la castellana -, ma anche squadre come Busto Arsizio che ci dimostrano che battere Trento non è impossibile. Nell’ultima gara del girone d’andata della regular season affronteremo in trasferta Baronissi (domenica inizio anticipato alle 16, ndr); l’obiettivo è tornare a casa con punti utili per entrare nel girone play off». «Sono abbastanza contento - dice coach Beltrami -. Abbiamo accettato di non essere belli, ma efficaci. Busto Arsizio ci ha messo in difficoltà al servizio e noi, quando non giochiamo veloci, andiamo in crisi. Siamo riusciti a comportarci da formazione che vuole stare nelle alte sfere. Se nel processo di crescita fai male e vinci, va abbastanza bene e fai un po’ meglio degli altri. Loro hanno ottenuto 18 punti a muro, avevo chiesto alle ragazze di fare mano-fuori e Carletti mi ha ascoltato. Un plauso anche a Frison che ha salvato il primo set». Un po’ di amarezza la esprime il capitano del Busto Arsizio, la ex Or Vicenza Caterina Cialfi: «Montecchio ha difeso molto, i nostri attaccanti si sono innervositi e noi abbiamo fatto il loro gioco. Siamo una squadra giovane, ma dobbiamo stare più attente alla tattica». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Marangon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno