05 luglio 2020

Sport

Chiudi

05.09.2019

«Sono di nuovo a casa per vincere con il Lane»

Luca Rigoni al Menti. Il mediano giocherà col numero 30. COLORFOTO
Luca Rigoni al Menti. Il mediano giocherà col numero 30. COLORFOTO

Due passi indietro. Per amore del Lane. Luca Rigoni, presentato ufficialmente ieri pomeriggio al Menti, è consapevole di aver lasciato la serie A per la serie C. «Ho scelto io, ho voluto io rientrare a casa perchè il Vicenza non deve più rimanere in questa categoria e con questa maglia voglio vincere». Parole cariche di sentimento quelle del mediano di Cogollo. Rigoni, 34 anni, prelevato a titolo definitivo dal Parma, ha sottoscritto un contratto sino al 30 giugno 2020. Vestirà la maglia numero 30. Come mai un giocatore a un certo punto della carriera decide di passare dalla serie A alla serie C? «Mi prendo tutte le responsabilità di questa scelta. Sono stato io a cercare, con ogni forza, di tornare al Vicenza e sono molto orgoglioso dell'epilogo. La trattativa non è stata semplice, molte cose andavano sistemate; devo ringraziare la famiglia Rosso e il direttore Magalini, Bedin, tutti quanti. Sono felice di essere tornato a casa». Sarebbe tornato anche se l'allenatore non fosse stato Di Carlo? «La sua presenza ha influito molto, è chiaro. Con lui ho feeling, sono stato un suo giocatore nella Primavera del Vicenza, arrivando anche a disputare le semifinali del torneo di Viareggio. Poi l'ho ritrovato nella mia esperienza al Chievo. Era tanta, da parte mia, la voglia di tornare dove tutto è iniziato». I tifosi l'hanno accolta come se a Vicenza fosse arrivato... Ronaldo. «Non ho molte parole per descrivere la tifoseria vicentina, perchè è semplicemente fantastica e tutti sappiamo che vale la serie A. Ecco, io sono qui per questo. Con la maglia biancorossa voglio vincere e portare via il Lane dalla serie C. Conta l'obiettivo: tutti insieme dobbiamo tornare a splendere». Che idea si è fatto di questo campionato? «Intanto mi sono fatto l'idea che il Vicenza è una buona squadra. La società ha compiuto un egregio lavoro, creando le premesse giuste per un campionato di vertice. Dobbiamo vincere il campionato». Fisicamente come sta e quando potrà essere utile alla causa? «Ieri ho svolto il mio primo allenamento con i compagni. Sto bene, però, come ho detto anche a Di Carlo, mi manca il ritmo partita. A Parma ho sempre lavorato con la squadra ma non ho disputato le amichevoli». Ha un anno di contratto. «Esatto, ma sono qui per un progetto pluriennale. Come ho già sottolineato questi colori per me rappresentano tanto. A Parma si è chiuso un ciclo, qui voglio riaprire una storia importante». •

Marta Benedetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno