13 agosto 2020

Sport

Chiudi

11.10.2016 Tags: Vicenza , Vicenza , Lecce , Stefan Schwoch , Bisoli

Schwoch si riveste
di biancorosso:
«Primo non subire»

Stefan Schwoch ha vestito il biancorosso dal 2001 al 2008: 220 presenze e 74 gol
Stefan Schwoch ha vestito il biancorosso dal 2001 al 2008: 220 presenze e 74 gol

«Stefan va a cambiarte che ghe se bisogno de ti». Questa la frase che il grande ex bomber biancorosso, Stefan Schwoch, domenica si è sentito ripetere prima, durante e dopo la partita dai tifosi. D'altra parte per lui parlano i 260 gol segnati in carriera, una carriera che lo ha visto vestire la maglia del Vicenza dal 2001 al giugno 2008 quando a 38 anni, a Lecce, disputò la sua ultima partita. Ora Schwoch è uscito dal mondo calcio e fa il promotore finanziario ma abita ancora a Vicenza e il richiamo dei colori biancorossi è sempre forte. Avere un suo parere sulla prestazione della squadra allenata da Bisoli è importante e come la pensa è chiaro fin dal primo commento che ci dice subito dopo il fischio finale dell'arbitro: «Bravissimo Benussi, un grande». Poi l'ex bomber spiega che è la prima gara che vede del Vicenza quest'anno e che dunque può giudicare solo i 90' appena seguiti. «E' evidente che la squadra non è tranquilla, ma d'altra parte come fai ad esserlo quando sei ultimo? E se ci sei vuol dire che dei problemi li hai». Stefan Schwoch, che di calcio ne capisce assai, lega la difficile posizione in classifica con i valori della squadra. «La riposta del campo alla fine è quella che vale e se ti trovi così in basso significa che di qualità in rosa non ce ne è tantissima». Quindi basandosi sulla sua lunga esperienza vede così il cambio dell'allenatore. «Intanto non è mai colpa solo del tecnico, lo sanno tutti che parte della responsabilità va divisa pure tra giocatori e società, poi a volte cambi sperando di dare una svolta e ci sta».

Schwoch conosce il nuovo tecnico Bisoli e commenta:«E' bravo, si basa molto sull'aspetto emotivo della gara, vuole intensità, infonde cattiveria, insomma per capirci ricorda molto Iachini». Lui che il gol l'aveva nel Dna mette il dito nella piaga. «E' evidente che davanti si fa fatica a concludere, se crei azioni ma poi non arrivi mai a calciare in porta è dura, soprattutto se giochi in casa davanti al tuo pubblico».

Trova però un lato positivo l'attaccante.«Invece bene essere riusciti a non soffrire troppo dietro anche se bisogna fare un altare a Benussi per quell'ultima parata”. E come non chiedere ad un bomber se è peggio prendere tanti gol o non riuscire a segnarli? Decisa la sua risposta. “ Non ho dubbi: è peggio prendere tanti gol, quando ho vinto i campionati è sempre successo perchè la squadra subiva poco, poi io credo che quando verranno recuperati giocatori come Giacomelli, Raicevic , ma anche D'Elia che ha un peso non da poco con la spinta che riesce a dare sulla fascia, nel suo ruolo è uno dei migliori». Il Vicenza ha iniziato male ed ora, anche se il campionato è ancora lungo, deve già rincorrere. «Ma la classifica è cortissima dunque la si può sistemare in fretta».

Alberta Mantovani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno