25 febbraio 2020

Sport

Chiudi

24.11.2019

«Saranno fondamentali i duelli»

Alberto Colombo
Alberto Colombo

«Saranno fondamentali i duelli individuali». Così Alberto Cololmbo, tecnico dell’Arzignano che oggi sarà di scena a Pesaro per un nuovo scontro diretto in ottica salvezza; iniziato nel miglior dei modi -con la vittoria di Rimini- il ciclo di fuoco che durerà fino al giro di boa con ben 4 gare da dentro o fuori (sulle 5 complessive considerando anche la sfida contro Virtus Vecomp che però sta sorprendentemente navigando nelle zone nobili della graduatoria) Bigolin e soci contro i biancorossi di Pavan saranno chiamati al difficile compito di confermarsi. SAGGEZZA. «Dovremo interpretare la partita con saggezza ma soprattutto con un’ulteriore dose di cattiveria rispetto alle gare precedenti. Se usciremo vittoriosi dai confronti individuali –dichiara il tecnico gialloceleste- potremo conquistare un risultato positivo, sarà quindi fondamentale comportarsi da squadra e aiutare chi eventualmente andrà in difficoltà raddoppiando e se del caro triplicando sugli avversari: non si dovrà assolutamente lasciare il singolo in balia delle difficoltà ma tutti dovranno giocare con grande attenzione e disponibilità». Sin qui, ma non diciamolo troppo forte anche per motivi scaramantici, nelle gare contro le squadre che occupano la parte destra della graduatoria l’Arzignano –a livello di rosa l’unico indisponibile sarà Ferrara con Balestrero che dopo la squalifica tornerà a disposizione e sarà in ballottaggio con Valagussa per un posto in mediana; sul fronte offensivo, infine, sono diverse le opzioni disponibili con Cais scalpitante per riprendersi una maglia da titolare)- non ha mai sbagliato ma guai ad abbassare la guardia soprattutto contro una formazione ferita qual è la Vis Pesaro: nelle ultime quattro gare infatti Lelj & co hanno racimolato un sol gettone. «La squadra biancorossa ha una propria identità, è molto propositiva e a differenza di molte altre predilige giocare dal basso; stiamo parlando di una formazione tosta e in avanti può contare su un elemento valido come Voltan: i suoi gol (già 5) sono valsi 10 dei 15 punti totalizzati, è una sorta di mina vagante con grande libertà di movimento e tutti i suoi compagni lo coadiuvano alla perfezione». Non saranno dunque stesi tappeti rossi allo stadio Benelli per accogliere l’Arzignano, al contrario la squadra vicentina dovrà prepararsi a battagliare con un avversario tosto che non ha mai sbragato -nemmeno contro le corazzate- e per di più è specializzato a colpire nell’ultimo quarto di gara: già 8 infatti le squadre impallinate dai biancorossi nei venti minuti finali. «Questo dato testimonia il carattere di una squadra che non molla mai, che è ben preparata sotto il profilo fisico e mentale e che ha le qualità per colpire quando le forze tendono a venire meno». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Meneguzzo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno