20 novembre 2019

Sport

Chiudi

11.10.2019

Quando il vecchio 4-4-2 risolve le partite

Giacomelli e Marotta corrono verso la curva dopo il rigore.   FOTO STELLA
Giacomelli e Marotta corrono verso la curva dopo il rigore. FOTO STELLA

Negli ultimi anni numerosi sono stati gli avvicendamenti in panchina e i calciatori arrivati e partiti. Ogni allenatore ha portato la propria filosofia di gioco e assieme ad essa un modulo più o meno amico: Pasquale Marino il 4-3-3, Giovanni Colella, per andare meno indietro nel tempo, il 4-3-1-2. Il Vicenza di Mimmo Di Carlo ha ricominciato da dove aveva finito, ma ha avanzato passi importanti sia per quanto riguarda la mentalità sia per quanto riguarda l'apertura al cambiamento. Se prima il cambio di modulo a gara in corso sollevava qualche punto di domanda e anziché risultare efficace rendeva il Vicenza più fragile, adesso la squadra è in grado di sostenere l'effetto “camaleonte” ottenendo brillanti risultati. Si è visto bene contro il Cesena. Quando il tecnico biancorosso è passato dal 4-3-1-2 al 4-4-2, il Cesena non è praticamente più riuscito ad arrivare in area di rigore con pericolosità. Eppure negli ultimi tempi il caro vecchio 4-4-2 di sacchiana memoria sembra essere stato soppiantato. Ci ha pensato Di Carlo a ribadirne le potenzialità e l'efficacia. Copertura e concretezza le chiavi di un assetto tanto semplice quanto lineare: quattro difensori, un centrocampo folto e due ali in grado di offendere e al tempo stesso contenere i veloci esterni avversari, due punte a pressare alte. Lo stesso Di Carlo, dopo il successo sul Cesena, ha riconosciuto la bontà del passaggio di modulo, sottolineando che nella ripresa è emersa la qualità. Nel 4-4-2 è emersa la duttilità dei giocatori biancorossi. Su tutti, Jari Vandeputte e Stefano Giacomelli. Il primo era stato inizialmente schierato, com'è ormai consuetudine, come interno di centrocampo nel 4-3-1-2. Il secondo aveva preso il suo posto di sempre sulla trequarti. Nel secondo tempo sono andati a presidiare ottimamente i corridoi, Vandeputte quello di destra e Jack quello di sinistra. E il lavoro è stato a dir poco prezioso. In mezzo sono rimasti a fare legna Luca Rigoni, poi sostituito da Simone Pontisso, e Loris Zonta. Un assaggio di 4-4-2 l'hanno provato anche Leonardo Zarpellon e Alberto Tronco che nei minuti finali hanno preso rispettivamente il posto in fascia di Giacomelli e Vandeputte; entrambi hanno conquistato metri preziosi e rubato palloni difendendo il risultato. Domenica il Lane andrà a casa di Simone Guerra, che a Piacenza, dov'è nato, spera anche di ritrovare il gol e un po' di smalto. La scelta tattica ricadrà probabilmente sul 4-3-1-2 dal primo minuto ma poi Di Carlo potrà sparigliare ancora le carte. In dubbio la presenza di Andrea Saraniti, che sta recuperando dall'infortunio ma non è ancora al meglio, mentre è recuperato Simone Emmanuello per il centrocampo così come Antonio Cinelli che rientra dalla squalifica. Ieri i biancorossi hanno sostenuto una seduta pomeridiana a Capovilla e oggi replicheranno alle 15.30. Domani la seduta a porte chiuse, poi la squadra partirà per Piacenza. Ci saranno ovviamente i tifosi biancorossi (potrebbero arrivare circa a 500) a far sentire il loro calore per tutti i 90 minuti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Marta Benedetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
31
Cartigliano
28
Adriese
25
Union Clodiense Chioggia
24
Legnago Salus
24
Cjarlins Muzane
24
Mestre
23
Luparense
21
Feltre
21
Chions
19
Este
19
Ambrosiana
19
Caldiero
18
Montebelluna
17
Delta Rovigo
15
Belluno
15
Villafranca Vr
12
Tamai
7
Vigasio
7
San Luigi
6
Ambrosiana - Caldiero
1-1
Belluno - Cartigliano
0-2
Campodarsego - Adriese
2-1
Cjarlins Muzane - Villafranca Vr
4-3
Delta Rovigo - Feltre
1-1
Luparense - Legnago Salus
2-3
San Luigi - Mestre
1-2
Tamai - Montebelluna
0-2
Union Clodiense Chioggia - Chions
3-2
Vigasio - Este
1-4