07 agosto 2020

Sport

Chiudi

15.03.2016 Tags: Vicenza Calcio , Franco Lerda , Dario Cassingena , nuovo allenatore , Andrea Gazzoli

Lerda si presenta
«Situazione delicata
ma possiamo salvarci»

VICENZA. «La situazione è delicata ma da parte mia c’è la convinzione assoluta di poter raggiungere l’obiettivo». Così Franco Lerda, nel giorno della sua presentazione come nuovo tecnico del Vicenza. L’ex attaccante ha preso il posto di Pasquale Marino ed eredita una squadra terz’ultima in classifica con 31 punti in altrettante gare. «Conosco l’ambiente e i ragazzi, conosco la passione della gente e la cultura sportiva di questa piazza - ha proseguito Lerda -. Tutti questi ingredienti sommati alle capacità tecniche e morali dei calciatori ci forniscono la possibilità di raggiungere l’obiettivo. Vengo a sostituire un collega bravo e preparato, un direttore sportivo capace e che conosco personalmente ma ora serve voltare pagina. Dobbiamo arrivare all’obiettivo commettendo da qui in avanti meno errori possibili, non sbagliare è impossibile ma quello che conta è farlo poco, a partire dal sottoscritto, dalla squadra, dalla società. Bisogna compattarsi, il campionato è tosto e duro, non ti aspetta, ma noi abbiamo la fortuna di avere davanti ancora undici partite. Possiamo pertanto raggiungere ancora obiettivi inimmaginabili. Ora vediamo tutto grigio ma sono convinto che già da oggi pomeriggio saprò costruire un’empatia con i ragazzi e cercherò di entrare subito nella loro testa. In questo momento sono loro che stanno subendo il contraccolpo maggiore. Se tutti assieme lavoriamo nella stesa direzione sono convito che raggiungeremo l’obiettivo. Se lo facciamo all’ultima giornata bene, se lo dovessimo fare con lo spareggio bene lo steso, l’importante è mantenere questa categoria».


Parlare di tattica e di come si schiererà il Vicenza di Lerda è ancora prematuro. «Ritengo che lo schieramento degli uomini in campo sia importante ma non determinante. Prima voglio comunque valutare sul campo le soluzioni. In questo momento so quello che devo fare, quello che ho in testa e che può funzionare però devo prima vedere i calciatori sul campo - spiega Lerda -. Dobbiamo avere le idee chiare su cosa serve fare e dobbiamo farlo tutti assieme, in modo compatto, sempre, nel bene e nel male. Se a questo aggiungiamo un aspetto fondamentale come la corsa siamo già un passo in avanti. La prima cosa su cui intervenire è dare consapevolezza a coloro che sino a qualche mese fa avevano una considerazione importante di se stessi. In questo momento sicuramente non ce l’hanno e per questo conterà entrare nella loro testa, entrare in empatia con loro per risolvere eventuali problemi. La condizione essenziale è sempre la testa. Mi sono informato e conosco i ragazzi, ritengo di avere un gruppo maturo e consapevole; i ragazzi sono i primi a sapere che non stanno rendendo secondo il loro valore ed in questo vanno aiutati». Nessuna voglia di parlare di arbitri («è un aspetto deleterio che ci toglie concentrazione e ossigeno»), mentre sui tifosi dice: «qui a Vicenza c’è una curva importante, da sfruttare». Contratto fino a giugno. «Per me i contratti valgono zero. Se il Vicenza si salva il mio contratto l’ho vinto, altrimenti ho perso. Io non faccio scommesse. Ho una certezza, senza presunzione, che è quella di salvare il Vicenza».

 

Sciarpa biancorossa al collo e prime parole da nuovo tecnico del Vicenza Calcio per Franco Lerda, presentato poco fa dall'amministratore delegato Dario Cassingena e dal direttore generale Andrea Gazzoli.

 

«L'idea di cambiare (Marino e Cristallini, ndr) è stata presa a maggioranza dal Cda» ha spiegato Cassingena. Che a domanda specifica se Cristallini fosse a favore di Marino si è trincerato dietro ad un più che diplomatico «questo lo dovete chiedere a lui». Smentite, almeno per il momento, le voci (comunque veritiere) che vogliono Antonio Tesoro quale nuovo responsabile dell'area tecnica. «Mai parlato con Tesoro, ci riuniremo come Cda per valutare la cosa e prenderemo una decisione».

 

Il nuovo tecnico ha firmato un contratto fino a fine stagione, «senza nessuna opzione per il prossimo anno». «A me non interessa del contratto – ha spiegato lo stesso Lerda -, per me conta solo il campo e sarà il campo a dire se ci salviamo o se non ci salviamo». «Perdonate la presunzione – ha poi aggiunto -, ma io sono qui perché ho la certezza che questa squadra si possa salvare. Adesso però dobbiamo solo pensare a lavorare, quindi basta alibi: non parlatemi di società, né di arbitri, io devo pensare solo al campo». Campo che sabato vedrà il Vicenza di fronte alla corazzata Cagliari. Debutto che non spaventa il neo tecnico biancorosso, anzi: «È una squadra che ha qualità, ma la serie B è un campionato particolare dove affrontare il Come o il Cagliari non fa molta differenza. Alla fine dipende tutto da noi, da come affronteremo la partita. Il modulo? Io ho alcune idee, ma lasciatemi il tempo di vedere i giocatori e provarli sul campo».

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno