09 aprile 2020

Sport

Chiudi

11.02.2020

L’Arma serenità: «Tranquilli, adesso torniamo a vincere»

L’esultanza di Rachid Arma dopo la rete al quarto d’ora del primo tempo che ha sbloccato il risultato. Buona la prova del bomber.   FOTO TROGU
L’esultanza di Rachid Arma dopo la rete al quarto d’ora del primo tempo che ha sbloccato il risultato. Buona la prova del bomber. FOTO TROGU

Sul suo cognome ci si può sbizzarrire: Arma letale, Arma appuntita, Arma segreta, Arma in più… ma alla fine il comune denominatore di tutte le accezioni è quella “A” maiuscola che fa la differenza fra un sostantivo ed un cognome. Lui, Rachid Arma, la differenza la fa con i gol e le prestazioni proprio come a Pesaro, dove gli avversari hanno imparato a conoscerlo e temerlo. «La Vis Pesaro mi porta fortuna – dichiara l’attaccante biancorosso – anche l’anno scorso avevo segnato contro di loro. Stavolta però sorrido a metà, perché la gioia per il gol non vale mai quanto quella per la vittoria della squadra. Abbiamo fatto una grande partita, guadagnando un punto sulla seconda ma dovevamo chiudere la gara nel primo tempo. Il girone di ritorno sarà così: tutti gli avversari daranno l’anima per fare punti, perché c’è chi vuole salvarsi, chi vuole provare ad arrivare in alto… nessuno vuole “perdere tempo” adesso che di tempo ce n’è sempre meno». Negli occhi dei tifosi c’è ancora il suo stacco di testa che ha sbloccato il match e illuso un po' tutti di poter avere vita facile contro una Vis Pesaro che, dopo essere finita sotto, ha saputo tirar fuori il meglio di sé. «Finora il nostro cammino in questo 2020 è stato molto positivo: siamo davanti, abbiamo un pizzico di pressione in meno rispetto chi insegue, e dobbiamo essere bravi a gestire al meglio questo vantaggio. A volte partite come quella di domenica le perdi addirittura: essere riusciti a fare punti ha degli aspetti positivi che vanno sottolineati. Dobbiamo diventare cinici al punto giusto, perché sono sicuro che questo ci farà fare il salto di qualità e sarà la discriminante per arrivare fino in fondo da protagonisti. Abbiamo delle lacune, lo sappiamo, ma tutto si sistema con il lavoro. Sentiamo la responsabilità di una piazza importante come Vicenza e siamo concentrati sul nostro obiettivo. Penso che dovremmo sfruttare meglio i tiri dalla distanza perché sono uno dei nostri punti di forza inespressi. Ma ripeto: vedo un gruppo sano, concentrato, che rema in un’unica direzione e che non si risparmia mai negli allenamenti. C’è tutto quello che serve per fare bene». DOPO GUBBIO. Dopo la prova sbiadita col Gubbio, in molti si aspettavano una risposta di carattere dalla squadra che andasse oltre il semplice risultato. Una “voglia” di bel gioco, anche non direttamente legata alla conquista dei tre punti. Gli applausi a fine gara e le parole di mister Di Carlo hanno certificato che l’obiettivo è stato centrato. «Forse stavolta la prestazione contava più della vittoria. È vero e ne eravamo consapevoli. Nello spogliatoio ci siamo guardati in faccia soddisfatti e ci siamo fatti i complimenti. Non ci accontentiamo mai, non possiamo e non dobbiamo farlo, però era importante dare un segnale di vitalità dopo Gubbio e ci siamo riusciti. Adesso torniamo a vincere … tranquilli». Detto da uno che si ispira a Luca Toni e che in casa ha la maglia di Pippo Inzaghi, c’è da credergli perché vuol dire scegliere di approcciarsi al calcio come facevano loro: con l’entusiasmo del bambino e con la professionalità dell’adulto. Eccolo Rachid: Arma “letale”. Anche perché la sua “arma” migliore è un’altra: l’umiltà. «Tutto quello che faccio lo faccio per la squadra e grazie alla squadra. Abbiamo un sogno: realizziamolo insieme». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alex Iuliano
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno