22 settembre 2019

Sport

Chiudi

18.08.2019

Il prato del Menti ha dei problemi «Ma siamo al lavoro»

Un gol dell’Arzignano: per il Menti c’è anche il doppio utilizzo. STELLA
Un gol dell’Arzignano: per il Menti c’è anche il doppio utilizzo. STELLA

Chi ha assistito alla partita di Coppa tra Arzignano e Modena, oltre ad applaudire lo storico successo della formazione gialloceleste, si è inevitabilmente un po’ preoccupato per le condizioni del prato del Menti, non propriamente un biliardo verde a pochi giorni dal via del campionato. Il terreno di gioco di via Schio è al centro dei pensieri e delle cure del Vicenza, come spiega il d. g. biancorosso Paolo Bedin: «L’anno scorso abbiamo ereditato un prato in condizioni molto degradate, per i gravi danni al fondo provocati dall’alluvione del 2010 e per la manutenzione venuta a mancare da diverse stagioni – ricorda -. In particolare dalla scorsa primavera abbiamo effettuato analisi approfondite ed intensificato gli interventi, ma la calura estiva che comporta sofferenza in qualunque campo ha causato problemi ancora maggiori su un terreno già molto sofferente». La situazione è complessa, ma il “malato” è sottoposto alle migliori cure del caso: «Oltre al nostro addetto al campo Claudio Rigon, da trent’anni esperto in questo ambito, se ne sta occupando la Zoso, azienda vicentina di alto profilo nel settore, supportata dalla consulenza dell’agronomo Giacomo Defanti». L’esperto spiega che tra qualche settimana la situazione potrà migliorare: «Eravamo consapevoli dei problemi che avrebbe accusato in estate il fondo del Menti, in particolare per la composizione molto limosa del terreno rimasta dopo l’alluvione – sottolinea -. La scarsa ossigenazione rende il terreno poco vitale e l’erba va in sofferenza, in particolare con il gran caldo. Da settembre potremo intervenire con maggiore efficacia per migliorare le condizioni: utilizzeremo i migliori prodotti presenti sul mercato, gli stessi che ad esempio adoperiamo a Coverciano. Il prato del Menti diventerà più folto e più verde, ma occorre sempre considerare i problemi preesistenti, che non si possono risolvere del tutto». In questa stagione ci sarà pure il raddoppio dell’utilizzo, considerando anche le partite dell’Arzignano: «I tempi di intervento saranno più ristretti, ovvieremo per quanto possibile con manutenzioni mirate e semine più frequenti», dice Defanti. Per il futuro, il dg Bedin non esclude interventi più radicali: «Osserveremo come evolve la situazione quest’anno, quindi valuteremo la miglior soluzione percorribile in base a tempi, costi e risultati raggiungibili». Nel frattempo, oltre al prato, altri lavori stanno interessando lo stadio: «L’anno scorso abbiamo investito mezzo milione; ora si è intervenuti sugli impianti elettrico ed idrico e su alcune situazioni strutturali e di decoro – elenca il dg -. Sono iniziati anche i lavori per il settori disabili e confidiamo, con l’attiva collaborazione del Comune, che si possa accelerare l’iter per ripristinare lo spicchio riservato agli ospiti, liberando così la curva nord che vorremmo dedicare soprattutto alle iniziative con le scuole. Altre riflessioni sono già in atto per quanto riguarda l’antistadio e il muro di cinta esterno, che evidentemente oggi non è degno della storia e del blasone del Vicenza e del Menti stesso: confidiamo anche in questo caso di poter mettere presto in atto assieme al Comune migliorie significative». •

Francesco Guiotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Cartigliano
13
Union Clodiense Chioggia
9
Luparense
9
Ambrosiana
9
Adriese
9
Campodarsego
9
Legnago Salus
9
Caldiero
9
Cjarlins Muzane
9
Vigasio
7
Feltre
6
Mestre
5
Belluno
5
Delta Rovigo
5
Chions
4
Montebelluna
4
Villafranca Vr
4
Este
3
Tamai
2
San Luigi
1
Adriese - Tamai
2-0
Belluno - Cjarlins Muzane
0-1
Caldiero - Montebelluna
1-0
Campodarsego - San Luigi
1-0
Cartigliano - Delta Rovigo
3-0
Chions - Feltre
2-3
Legnago Salus - Este
1-1
Luparense - Ambrosiana
2-0
Union Clodiense Chioggia - Vigasio
0-0
Villafranca Vr - Mestre
1-2