19 giugno 2019

Sport

Chiudi

30.03.2019

Giacomelli o Vantaggiato «Le punte saranno decisive»

In biancorosso e da rivale:  Schenardi nella sfida col Chelsea e impegnato in un duello con Paolo Zanetti, al’epoca mediano e  ora allenatore
In biancorosso e da rivale: Schenardi nella sfida col Chelsea e impegnato in un duello con Paolo Zanetti, al’epoca mediano e ora allenatore

Per Marco “Ciccio” Schenardi Vicenza-Ternana è la partita del cuore: a cavallo tra gli anni Novanta e i primi Duemila, infatti, la talentuosa ala destra fece innamorare prima i tifosi del Menti, poi quelli del Liberati. Un giocatore estroso e un po’ ribelle in campo, ma anche fuori. E così, anche quando gli si chiede per chi farà il tifo domani, non ricorre alla diplomazia: «Ho splendidi ricordi di entrambe le esperienze, a Terni ci abito pure e mi trovo benissimo, ma la mia squadra del cuore è una sola ed è il Vicenza – spiega -. Poi mi starà bene anche un pareggio, se a fine stagione risulterà utile a entrambe le formazioni, ma io tifo per il Lane». E dire che in carriera si è tolto soddisfazioni pure a Brescia, Reggio Emilia, Ancona… Che cosa l’ha fatta “innamorare” del Vicenza? «Ci sono partite indimenticabili come la semifinale di Coppa delle Coppe con il Chelsea, ma la vera magia è stata fuori dal campo: la normalità con cui potevo essere me stesso in mezzo alla gente ogni giorno, eppure sempre con la sensazione di essere circondato da una passione straordinaria, sia in città sia al Menti, che in quegli anni era una bolgia fantastica». Già, il Menti: anche in C gli spettatori sono da record, ma la squadra proprio in casa fa più fatica. Come se lo spiega? «Onestamente non riesco, perché per me era l’esatto contrario: magari mi capitava di rendere meno fuori, ma al Menti era impossibile non dare tutto e anche qualcosa di più. Forse c’entrano il carattere, l’esperienza, l’abitudine, non lo so; è difficile entrare nella testa di chi vive le cose in maniera diversa da te». Chi avrebbe detto a inizio stagione che Vicenza e Ternana si sarebbero ritrovate così attardate in classifica? «Nessuno. La delusione è ovviamente maggiore per la Ternana, costruita spendendo tantissimo, con un conto per la società da circa 800 mila euro al mese. Ma anche a Vicenza, con l’avvento di Renzo Rosso, si era creato un entusiasmo enorme e si sperava di ritrovarsi più in alto». Chi deciderà questa partita? «Gli attaccanti. Giocatori come Giacomelli o Vantaggiato in questa categoria fanno la differenza». Il Vicenza è reduce dall’eliminazione in Coppa Italia… «Ho seguito la doppia semifinale e il Vicenza avrebbe ampiamente meritato di passare. Il grave episodio di Marchi ha indirizzato la qualificazione per il Monza, ma c’è tanta amarezza perché i biancorossi sono stati superiori nell’arco dei 180 minuti». Adesso quanto sarà dura arrivare ai playoff di rincorsa? «Durissima, ma credo che sarà anche un’ultima occasione da giocarsi con più leggerezza, senza nulla da perdere. E sicuramente qualunque avversario, trovandosi contro il Vicenza, saprà di avere una brutta gatta da pelare. Con il ritorno di Colella mi pare che la squadra abbia ritrovato una migliore quadratura«. Che giudizio darebbe a questa prima stagione del “nuovo” Vicenza? «Non mi permetto di giudicare il lavoro di Rosso e del suo staff, ma di sicuro finalmente il Vicenza non deve più preoccuparsi di vedere finire i libri in tribunale: in questi anni, non solo per la piazza biancorossa, è già tantissima roba. Per il resto, sono certo che una proprietà solida e ambiziosa come quella attuale saprà fare tesoro degli errori commessi e porre gli opportuni correttivi per ritentare al più presto l’assalto alla B».

Francesco Guiotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0