19 luglio 2019

Sport

Chiudi

06.06.2019

Di Carlo e i tre modi per vincere poi innesti in ogni zona del campo

Adesso è ancora inevitabilmente il momento dell’emozione, della gioia tutta biancorossa di ritrovare una bandiera come Mimmo Di Carlo sulla panchina del Lane. Presto, però, verrà anche quello della tattica. A differenza dei suoi ex compagni di squadra che l’hanno preceduto in questa seconda avventura completamente diversa da quella di giocatore (Fabio Viviani, Massimo Beghetto, Alessandro Dal Canto, Giovanni Lopez), il nuovo tecnico del Vicenza non arriva alla guida della sua squadra del cuore agli inizi della carriera, ma da allenatore ampiamente navigato: sono oltre 500 le panchine da professionista collezionate in sedici anni, per la maggior parte spartite tra serie A e serie B. TECNICO CAMALEONTICO. Tante esperienze diverse, durante le quali Di Carlo si è dimostrato tatticamente camaleontico: per intenderci, non siamo di fronte ad un allenatore legato al singolo modulo come “marchio di fabbrica” (si pensi a Pasquale Marino e al suo 4-3-3), ma a un tecnico molto pragmatico, che anche durante lo stesso campionato spesso ha alternato diversi sistemi di gioco per cercare di portare le sue squadre ad esprimere il calcio più efficace in base al momento. È davvero impossibile, dunque, profetizzare oggi con certezza come Mimmo Di Carlo vorrà plasmare il nuovo Vicenza. Di certo ne parlerà a fondo con il direttore sportivo Giuseppe Magalini, assieme al quale all’inizio della sua carriera costruì il Mantova “dei miracoli”, protagonista di due promozioni consecutive dalla serie C2 alla B fino ad accarezzare la serie A, sfumata nella finale playoff contro il Torino. Tuttavia è plausibile che il tecnico di Cassino si affidi in partenza a uno dei tre assetti che ha utilizzato più spesso nelle ultime stagioni: il 4-3-1-2, 4-3-3 o il 3-4-1-2. In base all’impostazione tattica, cambierà in parte anche la “lista della spesa” sul mercato. Proviamo ad immaginare come. NECESSITÀ COMUNI. Il rendimento nel campionato appena chiuso e la lunga lista dei giocatori con il contratto in scadenza già alla fine di questo mese o nel giugno 2020 fanno prevedere che in alcuni ruoli Magalini dovrà provvedere agli innesti di potenziali titolari a prescindere dal modulo. Di certo ad esempio il nuovo Vicenza avrà bisogno di reperire sul mercato almeno due validi terzini (uno per fascia), un forte centrale difensivo, un regista costruttore di gioco, una mezzala e una prima punta dal gol facile. In queste posizioni, infatti, l’ultimo Vicenza ha dimostrato di non avere un numero sufficiente di giocatori di prima fascia per competere al vertice. QUESTIONE TREQUARTISTA. Se Di Carlo punterà su un modulo con il trequartista, molto dipenderà dalle valutazioni fatte su Curcio e Zarpellon. Il talento non manca ad entrambi, e tutti e due possono essere decisivi in quella posizione: il nuovo allenatore potrebbe anche scommettere su una loro grande annata. Se invece il tecnico non fosse pienamente convinto (ad esempio per la stagione nel complesso sottotono vissuta da Curcio, o per l’inesperienza di Zarpellon, che peraltro Colella e Serena ritenevano più mezzala che trequartista), è chiaro che bisognerà individuare un nuovo titolare, rendendo a quel punto probabile la cessione di Curcio. ACQUISTI MIRATI. Le opzioni 4-3-3 o 3-4-1-2 renderebbero poi necessari alcuni acquisti mirati. Nel primo caso servirebbero ad esempio almeno altri due esterni d’attacco forti, oltre a Giacomelli e a Guerra che in carriera spesso si è speso con profitto a destra. Il 3-4-1-2 richiederebbe invece abbondanza di centrali affidabili (almeno altri tre, oltre a Bizzotto e Pasini) e di mediani (un altro paio oltre a Cinelli e Zonta). Il casting biancorosso aprirà a breve. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Guiotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Pordenone
73
U. Triestina
67
Imolese
62
Feralpi Salò
62
Monza
60
Sudtirol
55
Ravenna
55
L.r. Vicenza Virtus
51
Sambenedettese
50
Fermana
47
Ternana
44
Gubbio
44
Albinoleffe
43
Teramo
43
Vis Pesaro
42
Giana Erminio
42
Renate
39
Rimini
39
Virtus Verona
38
Fano A.j.
38
Albinoleffe - L.r. Vicenza Virtus
0-1
Fano A.j. - U. Triestina
1-0
Feralpi Salò - Pordenone
2-2
Fermana - Sambenedettese
1-3
Giana Erminio - Vis Pesaro
3-3
Gubbio - Virtus Verona
1-0
Ravenna - Imolese
3-3
Rimini - Renate
0-0
Sudtirol - Monza
0-3
Teramo - Ternana
0-0