13 agosto 2020

Sport

Chiudi

28.11.2019

Batticuore per 120’ È spettacolo Vicenza

Tronco e Guerra tra i tanti protagonisti.  FOTOSERVIZIO STELLA-COLORFOTO
Tronco e Guerra tra i tanti protagonisti. FOTOSERVIZIO STELLA-COLORFOTO

Basta parlare di squadra, parliamo di gruppo, di panchina che non c’è, di gregari che non esistono, di un mister che potrebbe insegnare in un master in psicologia di gruppo. E se n’è accorto anche Renzo Rosso ieri sera al Menti che a fine partita emozionato commentava: «Uno spettacolo, hanno giocato da squadra, mostrando un bel calcio. Ragazzi che giocano a memoria. Anche se cambi i giocatori, il risultato è sempre lo stesso, ci si diverte. Bravo Mimmo e tutto lo staff». Sintesi perfetta della serata perfetta. Il Vicenza è ai quarti di finale di coppa Italia e se la vedrà con il Feralpi Salò l’11 dicembre. Il Menti è quasi deserto per una partita che di valore ne ha: a cominciare dai giocatori in campo con una Triestina che schiera gente come Malomo, Granoche, Maracchi, Procaccio tanto per dire. Dall’altra parte c’è il laboratorio Vicenza, prove di campo, esami per tutti. Zarpellon trequartista dietro ad Arma-Giacomelli, coppia inedita; dietro, Pasini e Bizzo, coppia storica. E in tribuna Rossi, Cerilli, Faloppa e Lelj. Bastano 10 minuti per intuire le prime dinamiche tattiche. Jack ad esempio svaria da destra a sinistra e a volte in posizione da trequartista aggiunto ma comunque lontano da Arma, mentre nella mediana Scoppa (tra i migliori) detta i tempi con Emmanuello che si trova al posto giusto nei momenti giusti, così come Liviero e Bianchi. Al 19’ però è la Triestina a rendersi pericolosa con un tiro di Maracchi su un errore difensivo, Albertazzi para il rasoterra in due tempi. Il bello di un Menti quasi vuoto (1.300 i presenti) è che il campo sembra stare dentro una cassa armonica dove le voci dei giocatori rimbombano. E allora le parole le senti tutte, le indicazioni e le urla d’incoraggiamento. Il Vicenza cresce, al 34’ terzo calcio d’angolo e squadra più veloce, sale in cattedra Zarpe mentre Jack staziona a sinistra. Secondo tempo. La Triestina mette in campo Giorico al posto di Maracchi, Mimmo conferma tutti. Dopo 11 minuti nessun sussulto, allora da Gautieri in tribuna perché squalificato, arriva l’ordine di far entrare Costantino e Formiconi. Meglio il Vicenza nei primi 17’, poi si cambia: dentro Tronco per Giacomelli da risparmiare per Bolzano con un assetto tattico che non cambia. E’ un forcing senza effetto quello del Lane, il Vicenza insiste sulla fasce ma senza far male davvero. Al 26’ la doccia fredda: il gol della Triestina non poteva che arrivare da calcio piazzato. Angolo da sinistra, la spizzano sul primo palo e poi Gomez, corregge la palla in rete. Il gol si fa sentire, l’Alabarda prende coraggio, il Vicenza è meno lucido e più falloso. Al 34’ dentro Guerra e Vandeputte per Emmanuello e Zarpe. Ci si affida ai cross, Liviero lavora bene a destra, traversone per Arma che colpisce e poi protesta per un fallo di mano. La gara allora si infiamma, cross di Jari, tiro e braccio in area di Malomo, rigore che batte Rachid Arma. Portiere spiazzato e supplementari in vista tra i 1.300 in festa che sembrano almeno il doppio. SUPPLEMENTARI. Pronti via, entrano Saraniti per Arma e al 2’ arriva il gol meritato. Azione da destra, cross di Bianchi e palla a Saraniti, un rimpallo favorisce Tronco che tira al volo per la rete del vantaggio, gara ribaltata. Si riparte dopo 105 minuti più recupero, la Triestina è sempre pericolosa e Di Carlo finisce in campo per sgridare i suoi, ma il Vicenza c’è, tirando fuori le ultime energie con uno Scoppa efficace in ogni situazione. E allora al minuto 114 arriva il 3-1 in contropiede, lancio di Saraniti per Guerra che non sbaglia a tu per tu con il portiere. E’ festa grande, è un cuore grande così. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Eugenio Marzotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno