25 febbraio 2020

Sport

Chiudi

19.11.2019

È tempo di Guerra Corsa, pressing e la giusta rivalità

Lampi di Simone Guerra, quello vero, sempre più frequenti. Tra le tante buone notizie per il Vicenza che nelle ultime settimane si è imposto al vertice della classifica, ce n’è una che merita di essere sottolineata: la squadra di Di Carlo sta ritrovando il suo numero 17, un attaccante duttile e completo come ce ne sono pochi in categoria. A parlare per Guerra sono le cifre degli ultimi tre anni. Due stagioni fa era riuscito a trasformare in gol quasi ogni pallone transitato dalle sue parti, imponendosi con la maglia della Feralpi come capocannoniere assoluto della serie C con 19 centri in campionato più altri 2 ai playoff. Durante l’annata precedente i gol erano stati 13. E anche nell’ultima stagione, nonostante il trasferimento a gennaio dalle rive del Garda a Vicenza, complessivamente l’attaccante piacentino era comunque riuscito a raggiungere la doppia cifra: 3 gol in campionato a Salò; 5 al Lane, dove aveva segnato anche una rete ai playoff più una in coppa. Ecco perché è lecito immaginare che alla fine di questo campionato proprio Guerra, al momento a quota 3, potrà essere uno dei migliori cannonieri biancorossi. IL RISVEGLIO. Il “risveglio” del numero 17 era stato preannunciato dai due gol segnati in trasferta nel giro di un paio di settimane, coincisi peraltro con due vittorie per 0-3 del Vicenza: prima la firma sullo 0-2 a San Benedetto, quindi il sigillo finale a Trieste da subentrante. Domenica al Menti contro il Ravenna la palla non è rotolata in fondo al sacco, ma l’attaccante si è comunque meritato gli applausi: per la prima volta in questo campionato è rimasto in campo per l’intera partita, segnalandosi tra i più vivaci, e il gol gli è stato negato solo da una super-parata. «Peccato, perché Giacomelli aveva condotto una bellissima accelerazione, e io ero arrivato a rimorchio correndo a perdifiato – commenta -. Il portiere è stato molto reattivo, ci riproverò. Per fortuna è arrivato il gran gol di Cappelletti a portarci la meritata vittoria». Guerra si è segnalato anche per il pressing assiduo portato sui difensori avversari: «Anche noi punte ci sacrifichiamo, perché sappiamo quanto sia importante per la fase difensiva. Una grande squadra è tale quando tutti i giocatori sono disposti a fare fatica per raggiungere insieme risultati importanti». CONCORRENZA E QUALITÀ. In molte altre formazioni uno come lui avrebbe il posto da titolare fisso. Non è così nel Vicenza, dove Di Carlo ruota sistematicamente le punte a sua disposizione: «Ma non è un problema: l’allenatore era stato molto chiaro fin dall’inizio e noi abbiamo subito sposato questa filosofia – spiega -. Sappiamo che c’è l’opportunità per tutti, a volte dall’inizio e altre dalla panchina, e stiamo dimostrando che sappiamo calarci tutti bene nella parte. Siamo primi in classifica: questo significa che abbiamo un organico forte, ci dà entusiasmo, e la concorrenza interna ci motiva a fare bene». Una spinta extra arriva sempre dal pubblico biancorosso: «Anche contro il Ravenna i tifosi ci hanno sostenuti con particolare calore quando eravamo un po’ stanchi e questo ci ha aiutati per ritrovare slancio – dice Guerra -. Se continueremo con questa compattezza, insieme potremo fare grandi cose». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Guiotto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie D - Girone C

CLASSIFICHE
RISULTATI
Campodarsego
54
Legnago Salus
49
Ambrosiana
48
Union Clodiense Chioggia
47
Mestre
45
Adriese
44
Feltre
44
Cartigliano
42
Cjarlins Muzane
42
Luparense
37
Caldiero
37
Este
36
Chions
35
Belluno
34
Delta Rovigo
31
Montebelluna
30
Vigasio
30
Tamai
22
San Luigi
21
Villafranca Vr
17
Ambrosiana - Cartigliano
1-0
Cjarlins Muzane - Legnago Salus
1-0
Delta Rovigo - Villafranca Vr
Este - Mestre
Feltre - Montebelluna
Luparense - Campodarsego
San Luigi - Chions
3-1
Tamai - Caldiero
Union Clodiense Chioggia - Adriese
Vigasio - Belluno